Isolato... o vaccinato: la nuova campagna pro vaccinazioni dell'Ordine dei Medici di Como

Spata: "Vaccinarsi è un dovere non solo per la propria salute ma anche per la collettività"

La campagna OMC

Fino a tutto il  2017 sono stati 5402 i casi segnalati di morbillo con 4 decessi; le nuove rilevazioni dell’ISS hanno evidenziato che al 30 settembre 2018 i casi di morbillo sono stati 2295 che, confrontati allo stesso periodo del 2017 ( 4617 casi) hanno evidenziato una diminuzione di più del 50% . I dati relativi alla nostra Regione, per lo stesso periodo, hanno dimostrato un netto miglioramento passando da 762 casi nel 2017 a 149 casi nel 2018.  In Europa purtroppo nei primi sei mesi del 2018 si sono registrati 41.000 casi di morbillo con 37 decessi a fronte dei 23.000 casi di tutto il 2017. Sono dati allarmanti che  ci fanno capire quanto sia necessario tenere alto il livello di attenzione per raggiungere quella soglia di sicurezza del 95% di copertura vaccinale, copertura indicata dall’OMS come garante della così detta  “immunità di gregge”. 

"Isolato …. O vaccinato. Vaccinazione: meglio per te. Meglio per gli altri. Ascolta il tuo medico". Questo il titolo della nuova campagna pro vaccini dell'Ordine dei Medici di Como. “I dati riportati - commenta Gianluigi Spata, Presidente dell'Ordine dei Medici e degli Odontoiatri di Como e medico di famiglia - sono sicuramente confortanti per la situazione del nostro paese e sono da attribuire all’aumentata copertura vaccinale dovuta anche all’introduzione dell’obbligatorietà delle vaccinazioni oltre che a una continua campagna di sensibilizzazione al problema; ora sarebbe molto pericoloso abbassare la guardia, in quanto si tornerebbe a sottovalutare  i rischi e le complicanze che possono provocare tale patologia. Quindi è necessario mantenere alta l’attenzione, perché comunque 2300 casi al 30 settembre 2018 sono sempre un numero importante. E’ necessario  tenere alta la percezione del rischio e soprattutto diffondere un messaggio chiaro e semplice che la pratica vaccinale è per il bene comune, a tutela anche  di tutti coloro che non possono vaccinarsi perché affetti da patologie che controindicano la vaccinazione".

I vaccini sono stati e sono tuttora una delle armi più efficaci e più sicure  per la prevenzione delle malattie infettive. E per sensibilizzare l’opinione pubblica e ribadire l’importanza delle vaccinazioni l’Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Como, con il patrocinio di FNOMCEO, è sceso in campo per il terzo anno consecutivo con la campagna di comunicazione sociale “Ascolta il consiglio del tuo medico: vaccinati!”: in vari punti della città di Como e della nostra Provincia sono stati affissi manifesti dove campeggiano le immagini di bambini e la frase “Isolato... o vaccinato”.

 “E’ il terzo anno che  proponiamo  questa iniziativa alla nostra Città e alla nostra Provincia - afferma la dott.ssa Marina Russello consigliere  e coordinatrice della commissione aggiornamento dell’Ordine - per portare un messaggio sintetico ma chiaro sull’importanza della vaccinazione. Quest’anno ci siamo concentrati sui bambini per fare in modo che nei genitori cresca la consapevolezza che quel semplice gesto della vaccinazione sia un bene per il proprio figlio e per la collettività ma abbiamo anche voluto richiamare l’importanza del ruolo del  medico curante che deve essere l’unico punto di riferimento per il cittadino per non rischiare di imbattersi nelle false notizie del web".

"Non dobbiamo accontentarci del miglioramento dei dati epidemiologici nell'ultimo anno. La campagna di corretta informazione vaccinale deve continuare. Ricordiamo che le vaccinazioni non sono solo la scelta migliore per noi stessi e i nostri bambini, ma anche un doveroso gesto di solidarietà nei confronti dei bambini che, perché troppo piccoli o malati, non possono essere vaccinati.", aggiunge Daniele Lietti, già Direttore U.O. di Pediatria Ospedale Valduce e Consigliere dell'Ordine.

“Vaccinarsi - conclude il dottor Spata - è un dovere non solo per la propria salute ma anche per la collettività ed è per questo che l’Ordine di Como promuove e sostiene tutte quelle iniziative rivolte a una corretta informazione su una delle più grandi scoperte e vittorie della medicina nell’ultimo secolo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, infetto un ragazzo della Valtellina. I contagi in Lombardia sono già 89

  • Coronavirus a Como: paziente infetto trasferito all'ospedale Sant'Anna

  • Coronavirus, non solo le scuole: dalle 18 chiusi pub e discoteche, non i ristoranti

  • Coronavirus, proposta shock in Ticino: chiudere accesso ai frontalieri

  • Il panino più caro d'Italia è sul Lago di Como

  • Da Moreno, in crisi la catena dello shopping low cost: timore per i dipendenti di Olgiate e Vertemate

Torna su
QuiComo è in caricamento