Gioco d’azzardo, dati comaschi allarmanti: il 5 dicembre se ne parla all'Ospedale Sant’Anna

Ecco tutto il programma del convegno e gli indirizzi dei Sert della provincia di Como

Come vi raccontavamo qualche settimana fa, tra i 130 comuni compresi fra i 50mila e i 200mila residenti, Como è al terzo posto per spesa media pro-capite in giochi d’azzardo leciti. In provincia di Como, il 30% della popolazione residente ha giocato almeno una volta negli ultimi 12 mesi; più gli uomini, uno su due, che le donne, una su tre. Di queste 180mila persone, 15mila sarebbero giocatori problematici. Da questo allarme lanciato dall’Istituto Superiore della Sanità nasce il convegno Il paziente con disturbo da gioco d’azzardo. Integrazione Ospedale-Territorio per la presa in carico precoce nei servizi di cura Sert, in programma il 5 dicembre dalle 9.00 alle 13.00 all’auditorium dell’ospedale Sant’Anna. “Nonostante la cura del disturbo da gioco d’azzardo sia stata inserita tra i livelli essenziali di assistenza del servizio sanitario nazionale dal 2017 - osserva la dottoressa Raffaela Olandese, direttore dell’unità Dipendenze di Asst Lariana e responsabile scientifico del convegno - esiste ancora la tendenza a pensare il comportamento problematico da gioco d’azzardo come vizio e non come malattia. Esiste quindi un notevole sommerso del problema”.

Sulla base delle disposizioni di Regione Lombardia per contrastare il fenomeno e aumentare l’efficacia degli interventi di cura, l’Asst Lariana ha predisposto un piano specifico, all’interno del quale rientra questo convegno. “Lavoreremo per migliorare l’integrazione tra servizi ospedalieri e territoriali - sottolinea Olandese - e per promuovere nei contesti clinici opportuni, il riconoscimento precoce e l’invio ai servizi di cura di una patologia grave per gli aspetti sanitari e socio-relazionali che comporta”.

Una grave patologia che, nonostante il divieto per i minori di 18 anni a giocare d’azzardo, sempre secondo il rapporto dell’Istituto Superiore della Sanità, vede in Italia 700mila minorenni, tra i 14 e i 17 anni, che hanno giocato d’azzardo negli ultimi 12 mesi. Il 3%, pari a 70mila studenti, sarebbero giocatori problematici. In provincia di Como, quindi, ci sono verosimilmente 6.700 minorenni che hanno giocato d’azzardo e 200 che possono essere definiti giocatori problematici.

Come dato certo intanto abbiamo che in provincia, nel 2018, 166 pazienti presi in cura dai Sert del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze di Asst Lariana manifestavano disturbo da gioco d’azzardo. “La grande diffusione e la facile accessibilità di Gratta e Vinci, lotterie istantanee, scommesse sportive e slot - conclude Olandese - causa notevoli rischi per chi eccede nel comportamento da gioco d’azzardo, rischi di andare incontro ad una grave patologia di dipendenza che necessita di cure specialistiche”.

Il convegno, gratuito, è rivolto a medici ospedalieri e dei servizi territoriali, medici di medicina generale, pediatri, psicologi, assistenti sociali, educatori, infermieri. Organizzato da Asst Lariana, il convegno è patrocinato dall’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Como.

Ecco tutto il programma

08.30 - Registrazione partecipanti
09.00 - Saluto delle autorità

Dott. Matteo Soccio, Direttore Sanitario Asst Lariana, D.ssa Raffaella Ferrari, Direttore Sociosanitario Asst Lariana, Dott. Gianluigi Spata, Presidente dell'Ordine dei Medici di Como
Moderatori: Dott. Carlo Fraticelli - Direttore Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze, Dr.ssa Raffaela Olandese - Direttore UOC Dipendenze

09.15 - Il Piano GAP dell'Asst Lariana: l'implementazione degli interventi di cura tra servizi territoriali e ospedalieri D.ssa Raffaela Olandese, Direttore UOC Dipendenze Asst Lariana

10.00 - Il disturbo da gioco d'azzardo: caratteristiche, evoluzione, tipologia di giocatori, possibili percorsi di cura D.ssa Daniela Capitanucci, socia fondatrice di AND-Azzardo e Nuove Dipendenze - Docente a contratto di Psicologia Sociale all'Università degli Studi dell'Insubria.

11.15 - Coffee break

11.30 - Riconoscimento e possibile approccio precoce del disturbo da gioco d'azzardo nel contesto opportunistico clinico ospedaliero e territoriale tra le possibili patologie correlate. Gli aspetti del problema nelle diverse fasi della vita.

Dott. Maurizio Avanzi, Responsabile UO Ser.D.P. di Levante-Ponente AUSL Piacenza

D.ssa Alessandra Bassi, Counsellor formatore - Coop. L'Arco di Piacenza

D.ssa Fausta Fagnoni, Counsellor educatrice professionale - Associazione La Ricerca di Piacenza

Discussione
Verifica di apprendimento

13.15 - Conclusione lavori

I servizi Sert di Asst Lariana

Attraverso una presa in carico multidisciplinare, i servizi Sert di Asst Lariana garantiscono la cura delle dipendenze patologiche e del paziente con disturbo da gioco d’azzardo e della sua famiglia definendo programmi ambulatoriali o residenziali individualizzati.

L’accesso al servizio è gratuito. Il primo contatto può essere diretto o telefonico. Su appuntamento per le altre prestazioni. Non occorre l’impegnativa del medico curante ma solo documento di identità, tessera sanitaria e codice fiscale. È garantita la privacy.

Le sedi Sert

Sert Como via Cadorna, 8 - tel. 031/590641- sert.como@asst-lariana.it

Sert Appiano Gentile via N. Sauro, 2 (ingresso via Mercato) - tel. 031/931384 - sert.appiano@asst-lariana.it

Sert Menaggio via dei Cipressi, 11 ang. via Diaz - sert.menaggio@asst-lariana.it

Sert Mariano Comense via C. Battisti, 38 - sert.mariano@asst-lariana.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lomazzo, non esce dalla camera d'albergo: ragazza di 20 anni trovata in fin di vita

  • Scomparso da casa, ritrovato in fin di vita in un bosco a Villa Guardia

  • Dramma nel bosco a Rebbio: uomo trovato impiccato a un albero

  • Incidente a Camerlata: l'ex calciatore dell'Inter Cordoba si schianta con il Range Rover

  • Como, cerca di sedare una lite marito e moglie, ma lei lo colpisce in faccia con un bicchiere

  • Como, fermato con un assegno da 100 milioni prima della dogana

Torna su
QuiComo è in caricamento