Asst Lariana, presentata la nuova direzione strategica: nominati Soccio, Pellegrini e Ferrari

La squadra del neo direttore generale Fabio Banfi

Da sinistra Pellegrini, Banfi, Ferrari e Soccio

Nuova squadra di dirigenti per la Asst Lariana: il team è stato presentato dal neo direttore generale Fabio Banfi in conferenza stampa lunedì 18 febbraio 2019.

Chi sono i nuovi dirigenti dell'Asst Lariana

Matteo Soccio è il direttore sanitario aziendale, mentre Andrea Pellegrini è stato scelto come direttore amministrativo e Raffaella Ferrari come direttore sociosanitario. La direzione strategica sarà presentata nei prossimi giorni anche al personale aziendale nell’ambito di due incontri, uno all’ospedale Sant’Anna e uno all’ospedale di Cantù-Mariano.

“Oggi è una giornata particolarmente significativa – ha dichiarato Banfi -. Finalmente abbiamo costruito le premesse e definito la Direzione strategica nel suo complesso e possiamo iniziare a lavorare per il bene dell’azienda e della popolazione comasca. Regione Lombardia – ha proseguito – ha avviato un processo virtuoso per la selezione dei professionisti e ha consentito ai direttori generali di fare le scelte più opportune e più adatte alle singole realtà aziendali. I componenti della nostra Direzione, alla prima esperienza in questo ambito e nel territorio comasco, contribuiranno a rendere ulteriormente attrattiva la nostra azienda grazie al loro profilo professionale e alla loro formazione e ad affrontare le prossime sfide, dal Dea di II livello al rientro dell’ospedale di Menaggio fino alla collaborazione con l’Università dell’Insubria, da rendere finalmente operativa”.

Chi è il direttore amministrativo Andrea Pellegrini

Andrea Pellegrini, milanese, classe 1969, è attualmente direttore dell’Unità di Controllo di Gestione e Personale della Direzione Generale Welfare di Regione Lombardia. Laureato in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Milano nel 1995, dall’ottobre del 2012 all’agosto del 2018 è stato dirigente della struttura Politiche del Personale del Servizio Sanitario Regionale e gestione risorse Direzione Generale per la Direzione Generale Sanità di Regione Lombardia e ha ricoperto incarichi dirigenziali all’ERSAF (Ente regionale per i Servizi all’Agricoltura e Foreste) e all’IREF (Istituto Regionale per la Formazione della Lombardia).
“La mia esperienza in Regione – ha sottolineato il nuovo direttore amministrativo – sarà certamente utile per un confronto anche con altre realtà aziendali. Il mio approccio al lavoro in Asst Lariana sarà improntato a tre criteri: la condivisione, la collegialità e il controllo dell’operato. Tra le prime questioni da affrontare ci sono il reintegro dell’ospedale di Menaggio e la valutazione di una riorganizzazione di alcuni settori”.

Chi è il direttore sanitario Matteo Soccio 

Matteo Soccio, nato a Sannicandro Garganico (Foggia) nel 1955, è attualmente direttore della struttura complessa di Medicina d’Accettazione e d’Urgenza dell’Asst Valcamonica (Brescia). Laureato in Medicina e Chirurgia all’Università degli Studi di Pavia nel 1983, è specializzato in Urologia e Chirurgia Generale e ha lavorato in direzione sanitaria nel presidio di Esine. Il suo percorso professionale evidenzia una formazione clinica e gestionale con particolare riferimento al circuito dell’emergenza-urgenza. Soccio dal 2010 è anche professore a contratto alla Scuola di Specializzazione in Medicina d’Emergenza-Urgenza dell’ateneo pavese. “Mi adopererò per conoscere al meglio le strutture e le loro problematiche – ha aggiunto il direttore sanitario – e incontrare il personale in modo da incrementare la risposta ai bisogni di salute e perseguire i nostri obiettivi”.

Chi è il direttore sociosanitario Raffaella Ferrari

Raffaella Ferrari, nata ad Alessandria nel 1962, è direttore della struttura complessa Salute Mentale e Dipendenze dell’Ats Città Metropolitana di Milano, afferente al Dipartimento Programmazione per l’Integrazione delle Prestazioni Sociosanitarie con quelle Sociali. La dottoressa si è laureata in Medicina e Chirurgia all’Università degli Studi di Milano nel 1988 e si è specializzata in Psichiatria nel 1992 nello stesso ateneo. Tra le esperienze gestionali, nel suo percorso professionale è da segnalare la particolare attenzione allo sviluppo di Progetti Innovativi nell’ambito della Salute Mentale. Ferrari si è occupata inoltre di programmazione, acquisto e controllo delle prestazioni di psichiatria e neuropsichiatria territoriali pubbliche e degli enti privati del territorio dell’ex Asl di Milano, di negoziazione con gli erogatori pubblici e privati e della gestione degli organismi di coordinamento della Salute Mentale, Infanzia, Adolescenza.
"Mi sono occupata di integrazione tra differenti territori e della lettura di bisogni diversi – ha detto la dottoressa Ferrari -. Da clinico, porterò anche la mia esperienza con i pazienti e le loro famiglie e un approccio empatico. Il mio metodo si basa sulla formulazione di proposte e sull’analisi degli esiti e collaborerò con tutti gli enti del sistema Salute e con le associazioni per sviluppare i percorsi più adatti per attuare la recente Riforma sociosanitaria regionale e portarla a compimento sul territorio comasco”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dongo, cane ammazzato e buttato nel lago con un cappio al collo: è caccia al responsabile

  • Il colosso Zara apre a Como for&from: commessi disabili per un negozio senza barriere

  • Le 10 migliori pizzerie di Como (e dintorni)

  • Criminale sfortunato, va a processo per evasione ma due vigili lo riconsocono anche per un altro reato

  • Lite al ristorante tra due amici: ferito un 26enne a Cermenate

  • Ondata di maltempo sul comasco: torna la pioggia e calano le temperature

Torna su
QuiComo è in caricamento