Ticosa in consiglio: litigio per l’appello lungo 12 minuti

Il consiglio comunale sul progetto Ticosa è iniziato all'insegna dei malumori, anzi, delle polemiche. L'avvocato del Comune Antonietta Marciano (che ha fatto le veci di segretario comunale a causa dell'assenza del segretario e del vice segretario)...

 

Il consiglio comunale sul progetto Ticosa è iniziato all'insegna dei malumori, anzi, delle polemiche. L'avvocato del Comune Antonietta Marciano (che ha fatto le veci di segretario comunale a causa dell'assenza del segretario e del vice segretario) è stata duramente accusata dai consiglieri di opposizione per la lentezza con la quale ha fatto l'appello a inizio seduta. Infatti, era evidente che al momento dell'inizio dell'appello la maggioranza non aveva il numero legale. I consiglieri di opposizione si sono quindi alzati abbandonando l'aula per non fare da "stampella" alla stessa maggioranza in occasione di uno dei principali cavalli di battaglia della campagna elettorale del sndaco Stefano Bruni e del Pdl, cioè il progetto di riqualificazione dell'area ex Ticosa. La lentezza con la quale la Marciano ha chiamato i nomi e i cognomi di tutti i 40 consiglieri comunali (41 con il sindaco) ha dato il tempo ai ritardatari del Pdl di arrivare in aula e garantire il numero legale. Alla fine dell'appello - che secondo Mario Lucini (Pd) è durato ben 12 minuti - si contavano 21 consiglieri presenti, cioè il numero minimo indispensabile per iniziare la seduta. La maggioranza ha dunque evitato per un soffio una figuraccia, grazie anche, stando alle accuse della minoranza, alla lentezza dell'appello.

Potrebbe Interessarti

Torna su
QuiComo è in caricamento