Como, dopo tre anni il calo dei richiedenti asilo è del 30%

Il sottosegretario Molteni plaude ai risultati della "linea Salvini"

Un calo di circa il 30 per cento dal 2016 a oggi. E' il dato fatto registrare dalle domande di richiesta di asilo presentate a Como dai migranti giunti fin qui. I dati sono quelli ufficiali diffusi dalla prefettura di Como. Per il sottosegretario all'Interno, il canturino Nicola Molteni, si tratta del risultato delle politiche del govderno attuate grazie all'impulso e all'impegno del ministro Matteo Salvini (presente in piazza Verdi a Como il 1 aprile).

I dati

I dati ufficiali della prefettura di Como certificano un drastico calo dei richiedenti asilo in accoglienza sul territorio comasco, ad oggi sono 1321. Tre anni fa, ovvero nel 2016, la presenza in provincia segnava quota 1911. Conti alla mano sono 590 richiedenti asilo in meno.

La linea dura di Salvini

Molteni è chiaro e diretto nel commentare i dati: "La sinistra apriva centri di accoglienza e noi li chiudiamo. Un grande risultato in soli nove mesi di governo, grazie al coraggio e alla determinazione di Matteo Salvini siamo passati dalle parole ai fatti”. Poi Molteni rinfresca la memoria ai ciomaschi: "Cinque mesi fa abbiamo chiuso il centro accoglienza di via Regina a Como che costava 2 milioni di euro all’anno mantenendo le promesse e gli impegni con i cittadini comaschi. Come Ministero con il decreto sicurezza immigrazione abbiamo razionalizzato i costi all’accoglienza e migliorato i servizi risparmiando oltre 1 miliardo e mezzo che abbiamo investito in sicurezza, ordine pubblico e forze dell’ordine. Ricordo che il territorio comasco, 7 comuni in particolare, ha beneficiato tra l’altro di oltre 370 mila in progetti di video sorveglianza. Abbiamo aumentato i rimpatri e le espulsioni. Siamo riusciti a bloccare gli sbarchi e l’immigrazione clandestina, attraverso la difesa dei confini e delle frontiere tutelando l’interesse del nostro Paese.”

Potrebbe interessarti

  • Voragine nell'asfalto, autostrada chiusa tra Monte Olimpino e la Svizzera: auto danneggiate

  • Uno strano caso: deviazione in ztl per aggirare l'esondazione, ma è stato multato lo stesso

  • Mercato immobiliare del Lago di Como: è Cernobbio il paese più richiesto

  • Attenzione agli ingredienti: ecco le 4 sostanze chimiche presenti nelle creme solari pericolose per la salute

I più letti della settimana

  • Miley Cyrus sul Lago di Como: la superstar a Torno

  • I 10 eventi da non perdere in questo lungo weekend di Ferragosto a Como e al lago

  • Ragazza delle pizze rapinata e molestata a Como: "Ho temuto di essere violentata"

  • Ha incendiato l'autolavaggio perché non riusciva a farlo funzionare: arrestato 45enne di Luisago

  • Muore a causa della puntura di una vespa in Alta Valle Intelvi

  • Incidente in autostrada tra Fino e Lomazzo: 6 feriti

Torna su
QuiComo è in caricamento