Liberty tutti, a Cernobbio si rinnova Villa Bernasconi

Paolo Furgoni: "Al via un’affascinante e coinvolgente nuova storia culturale"

Sabato 25 novembre (per questo giorno speciale ingresso solo su invito) sarà un momento molto importante per Villa Bernasconi e per tutta la città di Cernobbio. La storica dimora, fatta realizzare nel 1906 in stile liberty dall’imprenditore serico Davide Bernasconi tornerà, infatti, a disposizione dei cittadini, del mondo culturale, sociale e imprenditoriale rinnovata non solo negli spazi, grazie ai lavori di riqualificazione cui è stata oggetto negli ultimi mesi, bensì anche nell’offerta culturale proposta.

Entrerà, dunque, nel vivo il progetto “Liberty Tutti”, promosso dal Comune di Cernobbio in partenariato con la Cooperativa Mondovisione di Cantù e che ha ottenuto un finanziamento da Fondazione Cariplo, grazie al quale Villa Bernasconi trasmetterà ai suoi visitatori emozioni, storie, sensazioni. Praticamente diverrà una “casa che parla”.

I primi racconti di quella che il sindaco Paolo Furgoni auspica divenire un’affascinante e coinvolgente storia culturale, verranno narrati in anteprima lo stesso sabato 25 novembre ed, a differenza di quanto accade solitamente, l’inaugurazione di Villa Bernasconi non avverrà in un momento ben preciso bensì si articolerà lungo tutta la giornata. "L’obiettivo - afferma furgoni" è quello che ogni visitatore possa sentirsi pienamente accolto e godere appieno di tutte le esperienze e le attività che contraddistingueranno la sua visita". In Villa Bernasconi le tecnologie e gli elementi multimediali di nuova generazione trovano un’innovativa ed appassionante coniugazione con i gusti, i costumi, le caratteristiche e le novità proprie di quella Belle Epoque durante la quale venne costruita.

Il nuovo allestimento museale è stato reso possibile grazie al contributo di Regione Lombardia e Unioncamere (Bando Territori Creativi 2016) , alla collaborazione di numerosi e importanti istituzioni culturali e museali e alla partecipazione di tutti quei cittadini che hanno voluto condividere i loro ricordi. 

Villa Bernasconi, dunque, torna a vivere non solo come principale testimonianza dello stile liberty nel territorio Comasco bensì come spazio culturale a 360°, in continua evoluzione, che ha l’aspirazione di diventare punto di riferimento imprescindibile per la nostra Provincia e per i suoi abitanti.

La data scelta per l’inaugurazione, come detto sabato 25 novembre su invito, è inoltre significativa in quanto coincide con la “Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne”, che l’Amministrazione comunale in questi ultimi anni ha ricordato in particolar modo con iniziative tenutesi proprio a Villa Bernasconi.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Economia

    Una nuova legge per sostenere i negozi storici della Lombardia

  • Salute

    Patrick Cutrone visita i bambini della pediatria dell'ospedale Sant'Anna

  • Cronaca

    Dramma a Barni, malore improvviso fuori dal bar: morto uomo di 68 anni

  • Politica

    Tessere elettorali buttate nella spazzatura per protesta a Campione, sindacati e Fermi: "Intervento del Governo"

I più letti della settimana

  • Si toglie la vita davanti all'ospedale Sant'Anna: lo trovano ore dopo

  • Auto bruciata con una persona dentro: donna morta a Uggiate Trevano

  • L'hotel Hilton cerca 100 dipendenti, assunzioni anche a Como: come partecipare alle selezioni

  • Rai1 a Grandate, "La vita in diretta" intervista don Pandolfi parroco esorcista: il diavolo esiste?

  • Frode da 3 milioni di euro: arrestati tra Como e Pavia cinque commercianti d'auto

  • Paura per Wanda Nara: sasso contro l'auto della moglie di Icardi mentre portava i figli a Como

Torna su
QuiComo è in caricamento