Friday for Future: Introzzi e Iantorno: “Pronti a supportare i giovani che dovessero essere denunciati”

La pacifica "invasione" dei giovani nel cortile di Palazzo Cenrnezzi, un caso che scuote la politica comasca

La manifestazione in Comune a Como

Non si placa l'eco della pacifica manifestazione degli studenti che venerdì scorso hanno "invaso" il comune di Como in occasione del Friday for Future. Ad intervenire oggi, sono due esponenti storici del Pd comasco. 

“Apprendiamo con stupore che non solo l’amministrazione comunale non è in grado di dare risposte puntuali e concrete alle istanze dei giovani manifestanti di Friday For Future, ma ha anche ipotizzato, speriamo solo in un primo momento, di intraprendere la strada della punizione per alcuni giovani che venerdì mattina si sono pacificamente soffermati nel cortile di Palazzo Cernezzi per dimostrare la loro presenza e far sentire la propria voce”, lo dicono Matteo Introzzi, segretario del Circolo Pd Como Convalle, e Marcello Iantorno, avvocato ed ex assessore alla Sicurezza e legalità della Giunta Lucini, commentando la notizia della segnalazione fatta alle autorità da parte del Comune.

“Come Circolo Convalle del Partito democratico siamo a fianco dei giovani partecipanti alla marcia nel consentire loro di esprimere democraticamente le proprie idee, anche con manifestazioni pacifiche come quella di venerdì scorso – continuano Introzzi e Iantorno –. Anche in passato ci sono state manifestazioni all’interno del cortile comunale, come quella organizzata per protestare contro la Ztl voluta dalla Giunta Lucini, ma nessuno si era permesso di negare il legittimo diritto di partecipazione e di manifestazione delle proprie idee con minacce di denunce”.

A maggior ragione per il circolo del centro storico “azioni repressive nei confronti di questo interessante e sensibile  movimento giovanile dimostrano in chi le sostiene di non essere in grado di percepirne l’importanza e di avvertire le ripercussioni negative che anche denunce infondate possono avere per questi giovani. Comunque, riaffermiamo la nostra condivisione per le iniziative a tutela dell’ambiente che i giovani portano avanti nel Paese e a Como e la nostra disponibilità a supportali nel caso dovessero subire ingiuste iniziative legali”, preannunciano gli esponenti Pd.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è il primo decesso in Lombardia. I contagi sono almeno 36

  • Coronavirus a Como: paziente infetto trasferito all'ospedale Sant'Anna

  • Incidente sull'autostrada A4: è morto Cesare Coquio di Uggiate Trevano

  • Il panino più caro d'Italia è sul Lago di Como

  • Persona investita dal treno a Lugano Paradiso

  • Coronavirus, proposta shock in Ticino: chiudere accesso ai frontalieri

Torna su
QuiComo è in caricamento