Como, blitz di Forza Nuova: striscione contro la Cgil nella sede di via Italia Libera

Il sindacato: "Ci temono perchè siamo antifascisti e impegnati a difendere i lavoratori"

Lo striscione di Forza Nuova

Blitz dei militanti di Forza Nuova nella notte tra martedì 22 e mercoled 23 maggio 2018 alla sede del Caaf  della Cgil: fuori dagli uffici di via Italia Libera a Como hanno appeso uno striscione con la scritta eloquente "Lavorare per vivere, non per morire". 

"Si tratta dell'ennesimo episodio intimidatorio nel giro di pochi mesi - afferma la Cgil in un comunicato ufficiale- sempre contro le nostre sedi. Purtroppo le nuove destre estremiste rialzano la testa in questo Paese e sempre più spesso scelgono come bersaglio la Cgil. Vogliono impaurirci, indebolirci e probabilmente mirano anche a screditarci. La verità -prosegue la nota- è che ci temono perché siamo un grande sindacato confederale, quotidianamente impegnato a tutelare il lavoro e i lavoratori. Oltre a fare da argine alla destrutturazione dei diritti, siamo antifascisti e impegnati, insieme ad altre realtà, a difendere la struttura democratica del Paese, impedendo le reminescenze di un passato che ha lasciato solo danni, vittime e restrizioni di libertà. Siamo ogni giorno impegnati con i nostri rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza a pretendere il rispetto delle norme e a denunciare le inadempienze dei datori di lavoro. Se Forza Nuova s'informasse di più-conclude il sindacato-saprebbe che fra qualche giorno, il 28 maggio, si terrà la giornata provinciale sulla sicurezza organizzata e promossa da noi con l'Agenzia di tutela della salute e la Prefettura".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una modalità, quella degli striscioni provocatori, utilizzata già in passato da Forza Nuova come avvenuto nel settembre 2017 quando in piazza a Cantù apparve uno striscione anti immigrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gemelli uccisi, al funerale la lettera della madre e 'Un senso' di Vasco Rossi per l'ultimo straziante saluto

  • E' morto l'uomo ghepardo di Como

  • Stipendi in Ticino: un commesso guadagna in media 5mila franchi, un'ostetrica fino a 8mila

  • Statale Regina: multe salatissime e ritiro immediato del mezzo per chi circola senza assicurazione

  • Multa fino a 1.500 euro per chi pesca un siluro e non lo ammazza

  • Brienno, morto il motociclista caduto in galleria

Torna su
QuiComo è in caricamento