Como, flash mob dei Verdi contro le paratie: appello ai cittadini per fermare il progetto

Elisabetta Patelli: "Opera inutile e dannosa"

Elisabetta Patelli e il corteo dei Verdi a Como (foto da profilo Fb di Patelli)

Flash mob e corteo per le vie di Como dei Verdi contro il progetto paratie. E' quello andato in scena sabato 23 febbraio 2019 in centro storico a Como. I manifestanti, guidati dalla leader lariana Elisabetta Patelli, hanno sfilato con le bandiere verdi da Porta Torre a Piazza Cavour e ritorno con tanto di megafono per spiegare ai cittadini il loro "no" alle paratie, chiedendo ai comaschi di mobilitarsi per fermare il cantiere.

"Da 20 anni combattiamo contro le paratie - ha detto Elisabetta Patelli-  Ci sono 2 problemi: uno attiene al progetto presentato che ha un impatto ambientale devastante, quello della passeggiata sopraelevata da 70 a 90 cm rispetto al livello strada, che crea una barriera tra città e lago. Un'operazione inaccettabile.

Poi quello delle paratie vere e proprie, noi le riteniamo inutili e dannose. Non servono per far fronte a eventi climatici perché gli scienziati ci dicono che i cambiamenti climatici in atto non ci danno motivo di attenderci esondazioni. Se oggi il lago è in secca con tutti i problemi per argini e sponde che ne conseguono e in Valtellina ci sono più di 126 milioni di metri cubi di acqua stoccati a far niente ci chiediamo se non accada che la gestione degli invasi segua più una logica commerciale che non ecologica e di rispetto delle esigenze del territorio".

La proposta dei Verdi e l'appello ai cittadini

"La nostra proposta è duplice - spiega Patelli- sul progetto noi insistiamo a chiedere alla Regione un lungolago decente come da 11 anni non abbiamo, bello e piacevole ma con lo stralcio di paratie e passeggiata rialzata. 
Sulal gestione chiediamo che la Regione istituisca l'ente di gestione integrata di bacino, che deve essere un ente pubblico che gestisce e indirizza questa gestione integrata nell’interesse pubblico.

Noi chiediamo ai cittadini comaschi -conclude-di mobilitarsi in tutti i modi possibili per far capire che non c'è alcuna esigenza delle paratie". 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Como usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, infetto un ragazzo della Valtellina. I contagi in Lombardia sono già 89

  • Coronavirus a Como: paziente infetto trasferito all'ospedale Sant'Anna

  • Coronavirus, non solo le scuole: dalle 18 chiusi pub e discoteche, non i ristoranti

  • Coronavirus, proposta shock in Ticino: chiudere accesso ai frontalieri

  • Incidente sull'autostrada A4: è morto Cesare Coquio di Uggiate Trevano

  • Il panino più caro d'Italia è sul Lago di Como

Torna su
QuiComo è in caricamento