Ottenere finanziamenti europei in provincia di Como: firmato l'accordo tra Anci, Comune e Villa Saporiti

Obiettivo del progetto Lombardia Europa 2020 è quello di creare uffici territoriali che, lavorando in sinergia, ottengano fondi per il Lario

Da sinistra Bernardi di Anci Lombardia, Bongiasca (presidente Provincia di Como), Landriscina (sindaco di Como) e Rossotti (assessore Como)

E' stato firmato l'accordo quadro con cui Comune e Provincia di Como aderiscono al progetto di ANCI Lombardia e Regione che punta a creare uffici territoriali in grado attivare i finanziamenti europei. L’intesa è stata illustrata venerdì 14 dicembre 2018 in una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il sindaco Mario Landriscina, il presidente Fiorenzo Bongiasca, l’assessore comunale alle Relazioni internazionali, Simona Rossotti e la vicepresidente di ANCI Lombardia, Federica Bernardi.

Grazie al progetto Seav – Servizi Europa di Area Vasta – Lombardia Europa 2020, finanziato con risorse europee attivate da Regione Lombardia e della durata di 30 mesi, anche nel territorio comasco, con il coordinamento della Provincia e del Comune capoluogo e la collaborazione e sostegno di ANCI Lombardia, sarà avviato un percorso rivolto ai tecnici degli enti locali che prevede formazione, coaching, laboratori tematici assistenza diretta, fino alla start up di un vero e proprio ufficio territoriale che in seguito alla firma di una convenzione sarà deputato alla raccolta dei bisogni e alla progettazione in grado di ottenere finanziamenti europei. Obiettivo del progetto, sul versante della governance, è soprattutto quella di aumentare le capacità delle comunità locali di fare rete e di lavorare in sinergia.

"I finanziamenti europei – ha detto il sindaco Landriscina – sono una grande opportunità ancora troppo poco utilizzata dalle nostre comunità. Grazie a questo progetto e lavorando in squadra, contiamo nel medio periodo di riuscire ad avviare un percorso utile in grado di mettere a fattore comune le grandi potenzialità che il nostro territorio nel suo insieme può esprimere".

Da parte sua il presidente Bongiasca ha ricordato che "la Provincia è la casa dei comuni, per questo l’ente si è già messo a disposizione con spazi e risorse umane per l’indispensabile ruolo di coordinamento e di aiuto soprattutto per i piccoli comuni". "La scommessa – ha detto l’assessore Rossotti - è far crescere la capacità di ottenere risorse seguendo però il metodo dell’Unione Europea, che offre grandi occasioni ad esempio nei settori ambientale, sociale e di promozione del patrimonio culturale. Per accedere in modo diretto ai finanziamenti europei dovremo rafforzare la nostra capacità di creare partnership con gli stakeholder territoriali”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’obiettivo di ANCI Lombardia – ha spiegato la vicepresidente Bernardi – è di migliorare la capacità dei territori di ricorrere ai finanzamenti comunitari facendo leva sulla cooperazione territoriale e sul miglioramento della governance a livello sovracomunale. C’è inoltre un importante fattore di crescita delle competenze che dalle nostre ricerche è tra le richieste più sentite dai tecnici comunali, dai più giovani ma non solo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autocertificazione per chi si sposta: il modulo aggiornato (il quarto)

  • Pasqua blindata, restrizioni almeno fino al 18 aprile

  • All'ospedale Sant'Anna 20 dipendenti contagiati: sono medici, infermieri e operatrici socio-sanitarie

  • Idee anticrisi, ecco i dining bonds: li paghi meno di quello che valgono, li spendi alla riapertura del ristorante

  • Bonus spesa e cibo: gli aiuti del governo in provincia di Como arriveranno attraverso i servizi sociali

  • 81 morti per coronavirus all'ospedale Sant'Anna dall'inizio dell'emergenza

Torna su
QuiComo è in caricamento