Ufficiale, l'assessore Pettignano si è dimesso

In giunta si attende un rimpasto o una ridistribuzione di deleghe. Cosa accadrà?

Franco Pettignano

Alla fine si è dovuto dimettere. Sotto le pressioni dei giochi di partito e il braccio di ferro tutto interno alla maggioranza anche l'assessore al Patrimonio, Francesco Pettignano, ha dovuto dare le dimissioni: l'ufficialità è arrivata nel tardo pomeriggio del 15 novembre 2018 dall'ufficio stampa del Comune di Como, senza il benché minimo commento da parte del sindaco Mario Landriscina che quelle dimissioni le ha chieste nel tentativo di ripristinare un equilibrio da cui ripartire per la continuità dell'amministrazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le dimissioni di Pettignano seguono quelle date già il lunedì precedente da Amelia Locatelli (Forza Italia) e l'addio al gruppo consiliare forzista di Antonio Tufano, confluito nel gruppo misto. Intanto nello scacchiere della politica locale vengono riposizionati piano piano i pezzi. Enrico Cenetiempo è diventato capogruppo di Forza Italia in sostituzione di Tufano. E in giunta cosa succederà? Intanto bisogna stare a vedere come si riposizionerà Pettignano (uscito da Forza Italia) per capire se ci sia margine per un suo rientro nell'esecutivo. E poi tocca aspettare: Lega, Fratelli d'Italia, Forza Italia e la lista civica di Landriscina devono trovare la quadra del cerchio per ripristinare il giusto equilibrio di forze dìche soddisfi tutti. Solo allora si saprà che fine faranno le deleghe dei due assessori dimissionari, cioè Politiche educative e giovanili (Locatelli) e Patrimonio e Servizi demografici (Pettignano).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gemelli uccisi, al funerale la lettera della madre e 'Un senso' di Vasco Rossi per l'ultimo straziante saluto

  • E' morto l'uomo ghepardo di Como

  • Como cancella l'Iva e diventa un Duty Free a cielo aperto. Obiettivo: attrarre gli stranieri

  • Nel cielo di Como lo spettacolo della cometa di Neowise, visibile a occhio nudo

  • Statale Regina: multe salatissime e ritiro immediato del mezzo per chi circola senza assicurazione

  • Multa fino a 1.500 euro per chi pesca un siluro e non lo ammazza

Torna su
QuiComo è in caricamento