Como, rottura in maggioranza: l'assessore Locatelli dà le dimissioni, il sindaco le minaccia

Tufano (Forza Italia) va nel gruppo misto

Bufera in maggioranza a Palazzo Cernezzi: l'assessore di Forza Italia Amelia Locatlli si è dimessa nel pomeriggio mentre in serata il consigliere forzista Antonio Tufano ha annunciato di voler confluire nel gruppo misto. Intanto il sindaco Mario Landriscina ha annunciato in aula che "o si ritrova l'equilibrio e si va avanti compatti con una maggioranza solida, o sarò io a dimettermi".
Insomma, la seduta del consiglio comunale di Como di lunedì 12 novembre 2018 ha rispettato le aspettative e si è dimostrata molto movimentata, fino a quando non è mancato il numero legale a causa dell'assenza dei consiglieri di Forza Italia e la seduta è stata chiusa.

Tufano è andato contro il partito sulla questione delle dimissioni degli assessori spiegando che "in una riunione collegiale tra il gruppo di FI, gli assessori, il coordinatore Caprani e il presidente Fermi, si stava discutendo su quali iniziative intraprendere per dare un segnale di discontinuità e di rilancio nell’amministrazione comunale di Como, con prese di posizione forti. A un certo punto Caprani ha presentato un documento già pronto nel quale in sostanza si esprimevano diverse lamentale per poi concludere con la decisione del ritiro della delegazione di giunta e chiedere ai consiglieri di firmarlo". Tufano ha spiegato di averlo firmato a condizione che anche l'assessore Francesco Pettignano si dimettesse e non solo la Locatelli. Ma Pettignano ha ribadito in aula di non voler dare le dimissioni.

Nel suo intervento in aula Tufano ha concluso: "Se Vogliono togliere la fiducia al sindaco lo facciano in aula, se vogliono rimpastare la giunta, partano dagli assessori esterni, ma non se la prendano con persone perbene che occupano un posto perché eletti dal popolo. Così Forza Italia non rispetta il consenso popolare, si trasforma in un partito nel quale non mi ritrovo più, pertanto nel ribadire la mia fiducia all’assessore Pettignano, all’assessore Locatelli, e al Sindaco, prendo le distanze da questo modo di operare uscendo dal gruppo di Forza Italia e aderendo per il momento al gruppo misto valutando, poi,in base a come si svilupperà questa vicenda".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Economia

    Una nuova legge per sostenere i negozi storici della Lombardia

  • Salute

    Patrick Cutrone visita i bambini della pediatria dell'ospedale Sant'Anna

  • Cronaca

    Dramma a Barni, malore improvviso fuori dal bar: morto uomo di 68 anni

  • Politica

    Tessere elettorali buttate nella spazzatura per protesta a Campione, sindacati e Fermi: "Intervento del Governo"

I più letti della settimana

  • Si toglie la vita davanti all'ospedale Sant'Anna: lo trovano ore dopo

  • Auto bruciata con una persona dentro: donna morta a Uggiate Trevano

  • L'hotel Hilton cerca 100 dipendenti, assunzioni anche a Como: come partecipare alle selezioni

  • Rai1 a Grandate, "La vita in diretta" intervista don Pandolfi parroco esorcista: il diavolo esiste?

  • Frode da 3 milioni di euro: arrestati tra Como e Pavia cinque commercianti d'auto

  • Paura per Wanda Nara: sasso contro l'auto della moglie di Icardi mentre portava i figli a Como

Torna su
QuiComo è in caricamento