Maltempo e politica, scontro tra parlamentari comaschi sulle dichiarazioni di Salvini

Braga (PD): "Ministro senza vergogna". Zoffili (Lega): "Insulti da chi sta in ciabatte sul divano"

Matteo Salvini

I parlamentari comaschi riscono a litigare anche sull'emergenza maltempo, o meglio, sulle dichiarazioni del ministro dell?interno rilasciate dopo il sopralluogo in Veneto dove ha visto i danni causati da vento e piogge. Benché Salvini sia in queste ore al centro di una bufera sui social per la foto selfie che lo ritrae sorridente mentre si reca a vedere le zone colpite dal maltempo, non è su questo che discutono a colpi di dichiarazioni e comunicati stampa i parlamentari Chiara Braga (PD) ed Eugenio Zoffili (Lega).

"Il Ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini - ha dichiarato Braga dopo la conferenza stampa del leader del Carroccio a conclusione del sopralluogo in Veneto - è senza vergogna: oggi ci dà perfino lezioni di cura del territorio dopo aver aver fatto il condono edilizio a Ischia, aver smantellato il lavoro di prevenzione fatto da "Italia Sicura", aver sempre difeso e sostenuto politiche industriali e di cementificazione di cui oggi paghiamo i danni. Da un Governo, quello Salvini-Di Maio, che ha mandato all’aria il prestito BEI che doveva finanziare proprio gli interventi di prevenzione del dissesto idrogeologico nelle regioni del Centro-Nord, quelle dove oggi va a fare la solita schifosa propaganda. Ora basta!". Così commenta l'On. Chiara Braga, capogruppo Pd in Commissione Ambiente alla Camera dei Deputati, le dichiarazioni del Ministro Salvini rilasciate dopo il suo sopralluogo nelle zone colpite dal maltempo in Veneto assieme al Presidente del Veneto Luca Zaia".

La replica del parlamentare comasco della Lega, Zoffili, non si è fatta attendere: "E' gravissimo che un membro del Parlamento insulti, in ciabatte sul divano e davanti alla tivù, chi invece è sul campo al fianco dei propri uomini e donne impegnati giorno e notte a lavorare per i nostri cittadini e territori colpiti dal maltempo".
"Il deputato comasco del PD Chiara Braga - ha aggiunto Zoffili - porti rispetto per le istituzioni rappresentate dal nostro Ministro dell’Interno, Matteo Salvini. Se proprio non ha altro di meglio da fare per rendersi utile in questo delicato momento di emergenza le diamo un consiglio: chieda prima pubblicamente scusa e poi se ne stia in silenzio. Lasci lavorare il Ministro Salvini, evitando futili commenti e gravi insulti che di certo non aiutano chi anche oggi è tra la gente, con Sindaci e amministratori, operatori e volontari, nelle sale operative e in mezzo all’acqua e sta facendo la sua parte e il suo dovere con la passione che lo contraddistingue per far tornare il paese alla normalità”.




 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sull'autostrada A4: è morto Cesare Coquio di Uggiate Trevano

  • A Como arriva Decathlon: ecco come sarà

  • Persona investita dal treno a Lugano Paradiso

  • Dalla Nasa all’apicoltura: il sogno di due ricercatori comaschi salverà il pianeta

  • Il panino più caro d'Italia è sul Lago di Como

  • Pessime condizioni igieniche, la polizia chiude un locale di piazza San Rocco a Como: è la seconda volta

Torna su
QuiComo è in caricamento