Maltempo e politica, scontro tra parlamentari comaschi sulle dichiarazioni di Salvini

Braga (PD): "Ministro senza vergogna". Zoffili (Lega): "Insulti da chi sta in ciabatte sul divano"

Matteo Salvini

I parlamentari comaschi riscono a litigare anche sull'emergenza maltempo, o meglio, sulle dichiarazioni del ministro dell?interno rilasciate dopo il sopralluogo in Veneto dove ha visto i danni causati da vento e piogge. Benché Salvini sia in queste ore al centro di una bufera sui social per la foto selfie che lo ritrae sorridente mentre si reca a vedere le zone colpite dal maltempo, non è su questo che discutono a colpi di dichiarazioni e comunicati stampa i parlamentari Chiara Braga (PD) ed Eugenio Zoffili (Lega).

"Il Ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini - ha dichiarato Braga dopo la conferenza stampa del leader del Carroccio a conclusione del sopralluogo in Veneto - è senza vergogna: oggi ci dà perfino lezioni di cura del territorio dopo aver aver fatto il condono edilizio a Ischia, aver smantellato il lavoro di prevenzione fatto da "Italia Sicura", aver sempre difeso e sostenuto politiche industriali e di cementificazione di cui oggi paghiamo i danni. Da un Governo, quello Salvini-Di Maio, che ha mandato all’aria il prestito BEI che doveva finanziare proprio gli interventi di prevenzione del dissesto idrogeologico nelle regioni del Centro-Nord, quelle dove oggi va a fare la solita schifosa propaganda. Ora basta!". Così commenta l'On. Chiara Braga, capogruppo Pd in Commissione Ambiente alla Camera dei Deputati, le dichiarazioni del Ministro Salvini rilasciate dopo il suo sopralluogo nelle zone colpite dal maltempo in Veneto assieme al Presidente del Veneto Luca Zaia".

La replica del parlamentare comasco della Lega, Zoffili, non si è fatta attendere: "E' gravissimo che un membro del Parlamento insulti, in ciabatte sul divano e davanti alla tivù, chi invece è sul campo al fianco dei propri uomini e donne impegnati giorno e notte a lavorare per i nostri cittadini e territori colpiti dal maltempo".
"Il deputato comasco del PD Chiara Braga - ha aggiunto Zoffili - porti rispetto per le istituzioni rappresentate dal nostro Ministro dell’Interno, Matteo Salvini. Se proprio non ha altro di meglio da fare per rendersi utile in questo delicato momento di emergenza le diamo un consiglio: chieda prima pubblicamente scusa e poi se ne stia in silenzio. Lasci lavorare il Ministro Salvini, evitando futili commenti e gravi insulti che di certo non aiutano chi anche oggi è tra la gente, con Sindaci e amministratori, operatori e volontari, nelle sale operative e in mezzo all’acqua e sta facendo la sua parte e il suo dovere con la passione che lo contraddistingue per far tornare il paese alla normalità”.




 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Beh, Angelo, il suo ministro si dà molto da fare con i selfie, non vedo altro. A torso nudo, sorridente, mentre mangia, beve, festeggia! Io sto aspettando che rispetti quanto promesso in campagna elettorale a partire dalle accise, che avrebbero dovuto sparire ad agosto, al primo consiglio dei ministri. Che dice?? Possiamo chiedere all'opposizione di fare una gara di selfie??

    • Dimenticavo! Per fare qualcosa di onesto il suo leader potrebbe cominciare a restituire i 49 milioni che deve agli italiani, o no? Lei cita sempre il governo precedente. Mi pare che in Veneto la Lega governi da una quindicina di anni circa. Voleva la secessione e ora chiede i soldi al governo? Cioè a tutti gli italiani?

  • E si Signora Chiara Braga solo Lei ed il suo RENZI con la Boschi e la SIGNORA BOLDRINI potete salvarci da TUTTO e da TUTTI peccato che il VOSTRO gettone (“rubato agli italiani”)per il giro in giostra lo avete usato e anche malino se non vi ricordate guardate l’esito delle ultime elezioni

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Lutto alla scuola media di Grandate per la professoressa Daniela Porta, morta nell'incidente di Parè

  • Cronaca

    Caduto da cavallo, uomo soccorso dall'elicottero a Limido Comasco: è grave

  • Cronaca

    Rapina in posta a Breccia: dipendente minacciata con un coltello

  • Cronaca

    Donna picchiata e costretta a prostituirsi in cambio di droga: arrestato uomo di Lurate Caccivio

I più letti della settimana

  • Bambino ritrovato mezzo nudo in un campo di Capiago Intimiano

  • Due extracomunitari disarmano rapinatore e salvano Farmacista di Turate

  • Paura per una mamma in piazza San Rocco: "Accerchiata e aggredita da un gruppo di stranieri, qui non voglio più vivere"

  • Ponte a rischio crollo, chiuso ingresso autostrada a Ponte Chiasso: caos traffico

  • Incidente a Parè: morta una donna

  • Daniela Porta di Cavallasca, la donna morta nell'incidente di Parè

Torna su
QuiComo è in caricamento