Tricolore stracciato, assessore di Como esorta la sua amministrazione: "Bisogna sostituirla"

Marco Butti di Fratelli d'Italia chiede di intervenire in uno dei luoghi più di pregio

Bandiera italiana sul Monumento ai Caduti

Di certo a Marco Butti, esponente di spicco della sezione comasca di Fratelli d’Italia, quella bandiera stracciata suona quasi come un affronto. Così, nella sua funzione di assessore al Commercio e Urbanista, è intervenuto personalmente per sottolineare il problema attraverso la sua pagina Facebook: “Urge un immediato intervento di sostituzione del Tricolore in una delle location storiche e architettoniche di pregio nella nostra città. Piccole cose ma significative”. 

In effetti quella bandiera bicolore - che sventola interamente privata del suo lembo rosso in cima al Monumento ai Caduti, l’imponente torre ispirata a uno schizzo dipinto nel 1914 dal geniale futurista Antonio Sant'Elia e poi realizzata da Attilio Terragni dopo le modifiche del fratello Giuseppe ai disegni di Enrico Prampolini – non rende certo onore a uno dei simboli più significativi di Como, eretto nel 1933 in ricordo delle numerose vittime della Grande Guerra. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dettagli, come quello che abbiamo raccontato nei giorni scorsi nei pressi di Porta Torre, che a maggior ragione in questo caso non si possono certo trascurare. Il rispetto al luogo e all’integrità del vessillo tricolore meritano infatti una pronta sostituzione come sollecitato da Butti nel suo intervento social.  Tanto più se pensiamo che il rosso della bandiera ha assunto nel tempo il valore idealistico dell’amore. Quel sentimento che occorre anche per mostrare una città senza strappi. E magari persino con orologi pubblici (gli storici Panzeri) che ogni tanto ne fanno una giusta. Di ora, si intende.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le 5 camminate più belle sul Lago di Como

  • Tatiana Ortelli, la ragazza morta nell'incidente in via per Cernobbio

  • Ritrovato il corpo di Mattia Gandola, annegato nel lago del Segrino

  • Auto cade nel lago: morta una ragazza in via per Cernobbio

  • Il racconto di una delle giovani vittime e la scoperta del night con prostituzione "di lusso"

  • Incidente via per Cernobbio, arrestato il ragazzo alla guida per reato stradale: aveva bevuto troppo

Torna su
QuiComo è in caricamento