Sagnino, cade l'asta con il Tricolore. Cereghetti: "Periferie abbandonate dal Comune"

A raccogliere la bandiera ci ha pensato un privato cittadino

Cade a terra l'asta con il Tricolore al Centro civico di Sagnino, a raccoglierla e ricollocarla al suo posto è un cittadino. "L'episodio è simbolo del degrado e dell’abbandono in cui sono lasciate le periferie e le Circoscrizioni - commenta Barbara Cereghetti, segretaria del Circolo Pd di Como Nord -, quella di Sagnino-Monteolimpino in primis ne è l’emblema”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La bandiera - continua Cereghetti - è tornata al suo posto, ma pare che a sistemarla sia stato un gentile privato cittadino, non il Comune di Como”.
"Non solo - aggiunge ancora Cereghetti -, le assemblee di zona sono state completamente dimenticate. Inoltre, da noi c’è un’unica impiegata e quando è in ferie o è malata il Centro civico rimane chiuso. Insomma, in campagna elettorale il centrodestra ha raccontato solo frottole sulle periferie”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato il corpo di Mattia Gandola, annegato nel lago del Segrino

  • Auto cade nel lago: morta una ragazza in via per Cernobbio

  • La testimonianza: "In Svizzera il Covid vissuto con coscienza, in Italia la mascherina è più un bavaglio"

  • Eupilio: si cerca Mattia Gandola nel lago, forse annegato

  • Una super grandinata si abbatte sull'Erbese: chicchi grossi come noci a Lambrugo

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia: 38 morti e +354 positivi (il 70% dei nuovi casi in Italia), bene Como

Torna su
QuiComo è in caricamento