Dissapori sul dormitorio, Ada Mantovani lascia Rapinese, lui commenta: "Governeremo senza di lei"

Dopo sette anni al suo fianco in aula dice addio alla lista Rapinese Sindaco

Si erano tanto amati (politcamente parlando) ma ora è finita. Una rottura insanabile quella tra l'ex (e futuro) candidato sindaco di Como Alessandro Rapinese e il suo ex braccio destro (politicamente parlando) Ada Mantovani. La consigliera comunale più votata ha detto addio dopo sette anni al gruppo Rapinese Sindaco. In occasione del consiglio comunale del 13 maggio 2019, nella fase delle dichiarazioni preliminari, Ada Mantovani ha spiegato le ragioni delle dimissioni dal gruppo di Rapinese. Al centro dei dissapori ci sarebbe la questione del dormitorio per clochard e migranti senzatetto di Como.

Rapinese ha commentato: "Ringrazio Ada per il suo contributo di questi anni. Era libera di votare ciò che voleva anche sul dormitorio, come ha già fatto in passato. Con o senza lei il nostro progetto politico non cambia di un millimetro. Siamo la prima forza politica e a breve governeremo".

Potrebbe interessarti

  • Como, i geni della segnaletica: strisce da rifare dopo due giorni

  • La Valle Intelvi cerca un medico: vitto e alloggio gratis

  • Troppe biciclette a bordo: un esercito di riders blocca il treno da Milano a Como

  • Camion blocca il Viadotto dei Lavatoi: code e caos

I più letti della settimana

  • Dramma a Montano Lucino: 37enne trovato morto nel parcheggio del cinema

  • Como, blitz al Luca's: chiusa via Foscolo

  • I 10 eventi da non perdere in questo weekend a Como e al lago

  • Chiuso il Luca's bar di Como: trovate numerose irregolarità, anche igieniche

  • Como, vigile in borghese sulla moto: raffiche di multe ad automobilisti con il telefonino

  • Ciclista trovato ferito e svenuto sulla Regina a Griante: "Chi ha visto si faccia avanti"

Torna su
QuiComo è in caricamento