Dissapori sul dormitorio, Ada Mantovani lascia Rapinese, lui commenta: "Governeremo senza di lei"

Dopo sette anni al suo fianco in aula dice addio alla lista Rapinese Sindaco

Si erano tanto amati (politcamente parlando) ma ora è finita. Una rottura insanabile quella tra l'ex (e futuro) candidato sindaco di Como Alessandro Rapinese e il suo ex braccio destro (politicamente parlando) Ada Mantovani. La consigliera comunale più votata ha detto addio dopo sette anni al gruppo Rapinese Sindaco. In occasione del consiglio comunale del 13 maggio 2019, nella fase delle dichiarazioni preliminari, Ada Mantovani ha spiegato le ragioni delle dimissioni dal gruppo di Rapinese. Al centro dei dissapori ci sarebbe la questione del dormitorio per clochard e migranti senzatetto di Como.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rapinese ha commentato: "Ringrazio Ada per il suo contributo di questi anni. Era libera di votare ciò che voleva anche sul dormitorio, come ha già fatto in passato. Con o senza lei il nostro progetto politico non cambia di un millimetro. Siamo la prima forza politica e a breve governeremo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato il corpo di Mattia Gandola, annegato nel lago del Segrino

  • Auto cade nel lago: morta una ragazza in via per Cernobbio

  • La testimonianza: "In Svizzera il Covid vissuto con coscienza, in Italia la mascherina è più un bavaglio"

  • Tatiana Ortelli, la ragazza morta nell'incidente in via per Cernobbio

  • Eupilio: si cerca Mattia Gandola nel lago, forse annegato

  • Incidente via per Cernobbio, arrestato il ragazzo alla guida per reato stradale: aveva bevuto troppo

Torna su
QuiComo è in caricamento