Meteo Como, neve in arrivo e rischio ghiaccio: allerta della Regione, le previsioni

Codice giallo della Protezione Civile: primi fiocchi attesi già nella notte tra 29 e 30 gennaio, nuove abbondanti nevicate previste per venerdì 1° febbraio

Neve a Como

Neve a Como in arrivo dopo i fiocchi che già domenica 27 gennaio 2019 hanno imbiancato la provincia. Nuove nevicate sono attese mercoledì 30 gennaio, giornata per la quale la protezione civile di Regione Lombardia ha diramato un'allerta meteo.
Codice giallo, dunque livello di pericolo due su quattro e criticità ordinaria, valido dalla mezzanotte alle 16 di mercoledì. 

Le previsioni

Le previsioni della regione sembrano lasciare poco spazio ai dubbi: "Nelle prime sei ore di domani - mercoledì -, deboli nevicate possibili su tutti i settori, tendenti a diventare più diffuse tra le ore 6:00 e le ore 12:00 quando coinvolgeranno anche la pianura centrale", si legge nel bollettino.

"Ad oggi - sottolinea il Pirellone nell'allerta - non si può escludere la possibile formazione di ghiaccio sia durante la fase più probabile delle precipitazioni, sia nel corso della serata notte tra domani 30/01 e giovedì 31/01, con possibili valori negativi di temperatura a tutte le quote". 

Giovedì attesa una tregua dalla neve ma non dal gelo, con temperature minime che potranno toccare i -7 gradi. I fiocchi però non si faranno attendere: già dalla notte di giovedì nuove nevicate, attese più estese ed abbondanti anche a basse quote nella giornata di venerdì 1° febbraio.  

Indicazioni operative della Protezione Civile Regionale

Attivata la fase operativa di ATTENZIONE, cioè di porre il sistema locale in azione di sorveglianza e monitoraggio del territorio e predisporlo alla pronta attivazione di eventuali azioni di contrasto, congruenti a quanto previsto nella pianificazione di emergenza comunale, per la salvaguardia della pubblica incolumità e la riduzione dei rischi. I Presidi territoriali hanno sempre l’onere di valutare l’attivazione e/o il passaggio a fasi operative di livello superiore, in funzione di valutazioni locali sull’evoluzione degli effetti al suolo, della vulnerabilità del proprio territorio e della propria organizzazione.

In particolare, sulla base dello scenario di rischio neve ad oggi più probabile, le possibili situazioni di criticità potrebbero essere legate soprattutto a difficoltà, rallentamenti e blocchi del traffico stradale, ferroviario e aeroportuale.

Per quanto riguarda il rischio ghiaccio, si suggerisce la necessità di predisporre un’attenta sorveglianza del traffico anche da parte della Polizia Stradale e di tutte le altre Forze operanti sul territorio. Analoga sensibilizzazione nei confronti degli Enti gestori delle Strade (ANAS, Province, Comuni) perché dispongano nei punti più opportuni tutti i mezzi spazzaneve e spargisale e provvedano ad informare gli utenti della possibile formazione di ghiaccio sul manto stradale.

Foto - L'allerta di Regione Lombardiatabella allerta neve-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lomazzo, non esce dalla camera d'albergo: ragazza di 20 anni trovata in fin di vita

  • Scomparso da casa, ritrovato in fin di vita in un bosco a Villa Guardia

  • Dramma nel bosco a Rebbio: uomo trovato impiccato a un albero

  • Incidente a Camerlata: l'ex calciatore dell'Inter Cordoba si schianta con il Range Rover

  • Como, cerca di sedare una lite marito e moglie, ma lei lo colpisce in faccia con un bicchiere

  • Precipita in montagna per 50 metri: morto un uomo di Lurago Marinone

Torna su
QuiComo è in caricamento