Viadotto dell'Oltrecolle, nuovi pericoli e danni: servono lavori urgenti

Il Comune assicura: "Non verrà chiuso". Ma la situazione è preoccupante

"In questi giorni verrano eseguiti modesti interventi su alcune parti della struttura del viadotto dei Lavatoi, non alterando - come nel caso dei lavori già eseguiti - lo stato dei luoghi. Si tratta di ulteriori interventi che si sono resi oggi necessari per garantire un livello di sicurezza adeguato della struttura e non sarà necessaria la chiusura della strada. Il 14 febbraio è prevista la nomina del CTU da parte del Tribunale". E' la nota stampa che Palazzo Cernezzi ha diffuso nella giornata del 6 febbraio 2018. L'amministrazione, dunque, ha diramato un'informazione di servizio, ma la situazione reale del viadotto dei Lavatoi è assai preoccupante.

Come rivelato dalla Provincia il ponte starebbe scivolando a valle. A causa di errori di progettazione, peraltro in parte già rilevati nove anni fa a seguito di una perizia commissionata dall'allora giunta Bruni, il viadotto starebbe scivolando a valle. A fare ancora più chiarezza è stato Giorgio Malerba, l'esperto che ha ricevuto dal Comune l'incarico di valutare e verificare la reale condizione di stabilità e tenuta dell'infrastruttura che collega via Canturina a via Oltrecolle. 

Ora, come scrive l'amministrazione comunale, è attesa la nomina del consulente tecnico d'ufficio da parte del tribunale. Il tempo stringe e bisogna venirne a una, sia per capire come intervenire per risolvere le presuntem gravi carenze progettuali scoperte negli ultimi anni, sia per capire chi dovrà risarcire il Comune di Como e quindi la collettività. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'amministrazione diretta dall'attuale sindaco Mario Landriscina ha già notificato a tutti i soggetti potenzialmente interessati, l'intenzione di di chiedere i danni. Non si parla solo dei progettisti del ponte, ma anche di tutte quelle figure che avrebbero dovuto sovrintendere e controllare la realizzazione del ponte. Si parla di figure tecniche ma anche politiche. Sindaco e assessori inclusi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autocertificazione per chi si sposta: il modulo aggiornato (il quarto)

  • Pasqua blindata, restrizioni almeno fino al 18 aprile

  • All'ospedale Sant'Anna 20 dipendenti contagiati: sono medici, infermieri e operatrici socio-sanitarie

  • Idee anticrisi, ecco i dining bonds: li paghi meno di quello che valgono, li spendi alla riapertura del ristorante

  • Bonus spesa e cibo: gli aiuti del governo in provincia di Como arriveranno attraverso i servizi sociali

  • 81 morti per coronavirus all'ospedale Sant'Anna dall'inizio dell'emergenza

Torna su
QuiComo è in caricamento