Como, in via Morazzone il parcheggio selvaggio blocca il traffico

Camion incastrati all'uscita di Carrefour e Ovs. I residenti: "È ora che l'amministrazione faccia qualcosa!"

Un tir incastrato in via Moarazzone

Auto lasciate in divieto di sosta lungo via Morazzone, proprio là dove il piano viabilistico non ha previsto parcheggi, per agevolare l’uscita dei mezzi pesanti dal piazzale di carico e scarico dei magazzini di Carrefour e Ovs, che hanno l'ingresso clienti su viaale Giulio Cesare. Ma l’automobilista birichino non se ne preoccupa, molla la macchina e va. Peccato che il tir annunciato dopo poco arrivi, tenti comunque la manovra affidandosi a qualche santo, ma le sue preghiere restino inascoltate. Ecco allora che il bestione si incastra obliquo al centro della via, paralizzando il traffico qui e, di riflesso, anche in via Mentana.
Il danno è per tutta la viabilità del centro e chi conosce il problema e quanto spesso si ripropone sceglie percorsi alternativi, ma chi abita qui?

Traffico per tir incastrato in via Morazzone a Como (2)-3

Accade infatti che su via Morazzone ci siano diversi garage e i loro proprietari passino spesso un quarto d’ora, venti minuti, sulla soglia della saracinesca ad aspettare che l’automobilista furbetto venga a riprendersi l’auto, permettendo al camion di completare la manovra e, in fin dei conti, di levarsi di mezzo. “Certo – ci dicono i residenti, che stanno pensando a quali azioni intraprendere per farsi ascoltare dalle autorità – la colpa prima di tutto è di chi parcheggia in divieto, ma l’amministrazione comunale deve farsi carico del problema. Mettere dei dissuasori, iniziare a far piovere multe… Invece non stanno facendo proprio nulla”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese, ecco le indicazioni del Ministero della Salute

  • I 10 migliori eventi del weekend a Como e dintorni

  • Parchi al posto delle dogane e un laghetto a Monte Olimpino: è il progetto svizzero che piace agli italiani

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Como, i furbetti del sacco rosso

  • Provano a imitare il nostro lago: ecco la rivista americana che propone mete "che sembrano il Lario"

Torna su
QuiComo è in caricamento