Raccolta abiti usati: a Como il cassonetto super tecnologico

Innovativo contenitore installato da Humana al Mercato Coperto

Clothes for love: punto di raccolta vestiti usati

E' arrivato anche a Como il contenitore digitale per la raccolta d'indumenti usati. Quello presentato nella mattiona del 22 febbraio al Mercato Coperto di via Mentana è solo l'ultimo di una serie del progetto Humana, People to People Italia, che ha visto numerose tappe in tutta la Penisola. Si tratta, in sostanza, di un cassonetto che funziona elettronicamente, interamente digitalizzato.

Come funziona

Il nuovo contenitore proposto da Humana, la cui forma è stata progettata dall’Istituto Europeo di Design, completata dal progetto grafico di Re.rurban Studio, si differenzia dal tradizionale giallo per numerosi aspetti: la struttura a forma di cuore e di colore rosso vuole evidenziare la generosità che accompagna la donazione degli indumenti così come l’attenzione all’ambiente; il vano d’inserimento dei vestiti non ha la maniglia basculante ma un’apertura antintrusione di più facile utilizzo; la presenza di sensori volumetrici e di un dispositivo di pesatura interna consentono un servizio particolarmente curato. Elemento davvero distintivo è però il touchscreen digitale che consente al cittadino di interagire mediante un monitor, ottenendo informazioni relative al conferimento dei vestiti, alla filiera di Humana, al progetto beneficiario e ai partner. Ma la vera novità riguarda la possibilità di ottenere eco-gift: dopo la donazione, infatti, è possibile selezionare dal monitor un buono sconto, che viene stampato in tempo reale, per l’acquisto di prodotti sostenibili come alimentari bio, lampadine a basso consumo o prodotti e servizi di piccoli riparatori e botteghe locali. A questo buono se ne aggiunge un secondo di “benvenuto” da parte di Humana, come ulteriore riconoscimento al donatore. Il coinvolgimento delle persone è alla base di questo progetto che ha l’obiettivo di dare valore alla solidarietà dei cittadini, che donando i propri indumenti supportano le attività d’inserimento scolastico di Humana nella zona di Chilangoma in Malawi.

Beneficenza ed ecologia

L'assessore all'Ambiente del Comune di Como, Simona Rossotti, ha tenuto a sottolineare il valore per così dire ecologico di questo progetto: "L’iniziativa presentata oggi si inserisce in un percorso di condivisione e coinvolgimento della cittadinanza orientato alla salvaguardia dell’ambiente riconosciuto come un valore della comunità. Con questo progetto in particolare viene proposto di prendersi cura dell’ambiente anche attraverso la promozione della cultura del riciclo, senza dimenticare che in aggiunta, grazie alla collaborazione con Humana, sarà possibile contribuire ad aiutare delle persone in difficoltà".
"Questo tipo di iniziative sono encomiabili - ha commentato il presidente della commissione Patrimonio del Comune di Como, Giampiero Ajani - considerando il numero di abiti che altrimenti rappresenterebbero rifiuti da smaltire. In questo caso diventano una risorsa utile a sostenere persone bisognose di aiuto".
"Anche questo è un modo di fare cultura - ha commentato il presidente della commissione Cultura del Comune di Como, Franco Brenna - perché attraverso questa raccolta di vestiti si dà un sostegno a una popolazione in difficoltà dove vivono dei ragazzi che studiano. E’ un circolo di solidarietà che parte dal nostro mercato coperto, dove operano i produttori del territorio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Buoni sconto ai donatori

La responsabile comunicazione di Humana, Stefania Rizzo, ha invece posto l'accento su altri aspetti importanti dell'iniziativa: "Il progetto rivoluziona il modo di raccogliere gli indumenti usati. Il contenitore di Humana usa una tecnologia all’avanguardia e consente l’avvio di un dialogo con il cittadino che dona i propri abiti usati. Rilevante è inoltre lo stimolo offerto alle attività del territorio attraverso il meccanismo dei buoni sconto. Come per tutti i contenitori con il logo Humana, resta sempre lo scopo solidale e ambientale della raccolta degli indumenti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gemelli uccisi, al funerale la lettera della madre e 'Un senso' di Vasco Rossi per l'ultimo straziante saluto

  • E' morto l'uomo ghepardo di Como

  • Stipendi in Ticino: un commesso guadagna in media 5mila franchi, un'ostetrica fino a 8mila

  • Statale Regina: multe salatissime e ritiro immediato del mezzo per chi circola senza assicurazione

  • Multa fino a 1.500 euro per chi pesca un siluro e non lo ammazza

  • Brienno, morto il motociclista caduto in galleria

Torna su
QuiComo è in caricamento