A Mariano Comense una pista di ghiaccio sintetico per le feste, ma è polemica

In dirittura d'arrivo la manifestazione che sta facendo discutere il paese

Pista di pattinaggio in arrivo a Mariano Comense (immagini di repertorio)

Una pista di ghiaccio sintetico a Mariano Comense, in piazza Roma, ma non mancano le polemiche. La vuole realizzare la Proloco non senza discussioni in paese.

Il progetto è stata annunciato in un comunicato dal titolo emblematico "Pista del ghiaccio si o pista del ghiaccio no?" che spiega la genesi dell'idea. 

"Vogliamo fare un brevissimo passo indietro, -si legge nella nota- spiegando perché ci troviamo metà novembre a dare questo comunicato. La nostra associazione è totalmente composta da volontari: siamo tutti lavoratori o studenti, Non prendiamo nemmeno un euro dalla Proloco. La Proloco non è riconosciuta a livello regionale, quindi non abbiamo alcun tipo di contributo proveniente da enti/regione/stato, ma viviamo solamente di sponsor e quote associative.
Dopo la riorganizzazione di settembre, abbiamo ripreso con l’idea di fare qualcosa di nuovo a Mariano, scegliendo di ripartire proprio dal centro: una pista di pattinaggio su ghiaccio".

La pista

Non sarà però una pista con ghiaccio vero, ma con quello sintetico, già utilizzato in altre città in diverse manifestazioni. 
"Abbiamo optato per il pattinaggio su ghiaccio sintetico -spiega la Proloco- zero consumo di corrente (a differenza di altre Città, che spendono almeno 15mila euro solo per alimentare il raffreddamento della pista). La manutenzione è minima e la resa molto simile ad una pista di ghiaccio classica. L’azienda che abbiamo scelto, è famosa in tutto il mondo per la qualità del materiale utilizzato". 

La pista sarà aperta dal 5 dicembre al 10 gennaio, da lunedì a venerdì nel pomeriggio fino ad orario di cena. Nei weekend fino a mezzanotte. Misurerà 12 metri per 8.

La gestione

La Proloco ha deciso di non lasciare la pista a una gestione privata.
"Non è conveniente -spiegano- non porta alcun valore alla città: va pagata, si tiene tutti gli incassi e non da alcun valore aggiunto alla città. Abbiamo scelto ti prenderci cura noi della gestione della pista, con la collaborazione del comune, e di pubblicizzare i commercianti e le aziende del nostro territorio, a cui dobbiamo in grosso ringraziamento. Abbiamo creduto in loro, e non ci hanno deluso".

Gli incassi

"Tolte le spese che vanno oltre alla cifra di sponsorizzazione già raccolta -afferma la Proloco- il resto dei soldi verranno utilizzati per il prossimo anno: vogliamo rilanciare tradizioni e nuove iniziative, e per farlo utilizzeremo quanto raccolto con la pista del ghiaccio".

Le polemiche

"Perché facciamo tutto questo? Vogliamo essere sinceri. In questi mesi, più e più volte abbiamo pensato di mollare la presa, e lasciar morire la nostra idea. Il grosso tempo impiegato per organizzare un simile evento lo abbiamo sottratto a lavoro, famiglie e impegni, leggendo molto spesso commenti e lamentele perché non vi erano ancora informazioni riguardo la pista. Abbiamo scelto di non rispondere a queste provocazioni, soprattutto perché nessuno ci ha contattato tramite nostre vie ufficiali per chiedere spiegazioni e così continueremo a fare. Amiamo la nostra città, e faremo il possibile per farla amare a tutti.
Cosa manca? Abbiamo già presentato richiesta in comune, e in questi giorni stiamo procedendo a presentare quanto necessario per garantire tutta la sicurezza che un simile evento richiede".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lomazzo, non esce dalla camera d'albergo: ragazza di 20 anni trovata in fin di vita

  • Scomparso da casa, ritrovato in fin di vita in un bosco a Villa Guardia

  • Dramma nel bosco a Rebbio: uomo trovato impiccato a un albero

  • Incidente a Camerlata: l'ex calciatore dell'Inter Cordoba si schianta con il Range Rover

  • Como, cerca di sedare una lite marito e moglie, ma lei lo colpisce in faccia con un bicchiere

  • Como, fermato con un assegno da 100 milioni prima della dogana

Torna su
QuiComo è in caricamento