Arte nelle piazze e nei cortili di Como: torna la rassegna StreetScape

Dieci le opere esposte in dieci punti della città

Lo Spiderman in via Volpi. Photo by Emanuele Scilleri

Opere d'arte e installazioni dove meno te le aspetti, in giro per Como, a dialogare con gli spazi pubblici della città.

E' la filosofia di StreetScape, il progetto pubblico di street art e urban art giunto alla sesta edizione, inaugurato sabato 14 ottobre 2017 alla Pinacoteca Civica alla presenza del sindaco Mario Landriscina e degli organizzatori, Michele Viganò (presidente del cotitato artistico), Chiara Canali e Ivan Quaroni (curatori).

Sono 10 le opere installate in vari punti della città che rimarranno visibili fino al 19 novembre 2017

Scopo della manifestazione è rivitalizzare il patrimonio storico-artistico, architettonico e museale di Como con installazioni che nascono in dialogo con i luoghi più simbolici della città e che sono state pensate appositamente per essere installate all'aperto, cioè fuori dai normali circuiti dell'arte, come musei o gallerie.

Nella video intervista la curatrice della rassegna Chiara Canali racconta in pillole la mostra.

La mappa

Ecco allora che appeso al balcone di un palazzo storico in via Volpi ci si imbatte in una scultura di Spiderman realizzata da Domenico Pellegrino con decorazioni tratte dai tradizionali carretti siciliani. Alla stazione di Como Lago, invece, campeggia la scritta "Go" realizzata con scarpe di ogni foggia e modello dal duo Urbansolid.
Sotto il portico del Broletto si può ammirare l'installazione fatta di reti in lycra dell'artista catalano Nei Alberti, mentre il cortile della biblioteca ospita "Dicotomia" di Alberonero. In via Castelnuovo si trova l'affissione "The sacred tree" dello street artist ucraino Waone, mentre in piazza Martinelli è esposto l'arazzo di Andrea Fiorino "In vita".
Il cortile del museo archeologico ospita la scultura "Albero" di Francesco Diluca, la Pinacoteca Civica l'opera "Composizione I" di Filippo Borella, durante l'inaugurazione protagonista di una performance live con la fabbricazione delle trottole in legno.
Il giro della città tocca, infine, l'accademia Galli con una mostra degli studenti del corso di arti visive Andrea Cusumano, Martina Morreale, Martina Sozzi e Riccardo Viganò e in ultimo il chiostrino Artificio dove Icio Borghi presenta scenografie in cartone.

La mappa di tutte le installazioni si può trovare sul sito dell'associazione Art Company che ha organizzato l'evento.

"Portare l'arte in strada -ha spiegato Ivan Quaroni - significa farla tornare in mezzo alla gente, farla diventare parte del panorama. In questo modo le opere rimangono nella memoria".

L'evento è stato organizzato da Art Company con la collaborazione del comune di Como e il sostegno economico di numerosi sponsor che hanno reso possibile l'iniziativa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lunedì 16 e martedì 17 ottobre nelle scuole primarie Kolbe e Giovanni Paolo II di Como in programma un laboratorio per gli alunni di quarta con l'artista Manuel Grosso dal titolo "Occhio Ladro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autocertificazione per chi si sposta: il modulo aggiornato (il quarto)

  • Dall'ospedale Spata scrive una durissima lettera a Gallera: "I medici non sono stati coivolti nelle decisioni"

  • Regole più severe per tutta la Lombardia: c'è anche il divieto di sport all'aperto

  • Il questore di Como chiarisce i casi in cui per la spesa e i farmaci si può uscire dal proprio comune

  • Como, supermercati e farmacie: ora possibile misurare la febbre a chi entra

  • Il grido d'aiuto degli infermieri di Como: "Siamo pochi e ci stiamo ammalando"

Torna su
QuiComo è in caricamento