Lake Como Design Fair torna al Sociale e al Broletto

Lake Como Design Fair

Dopo il successo della prima edizione, Lake Como Design Fair torna, dal 20 al 22 settembre 2019, e occupa due sedi prestigiose nel cuore della città. La manifestazione accoglie il design contemporaneo nelle sale affrescate del Ridotto del Teatro Sociale di Como e introduce, al Palazzo del Broletto, una nuova sezione interamente dedicata all’architettura. Un appuntamento annuale che consolida il suo formato - una fiera priva della ripartizione in stand, che sembra una mostra e dove tutto è in vendita - e ne amplia il contenuto introducendo in anteprima l’architettura. Per la seconda edizione il colore sarà il tema comune alle due sezioni.

On one hand Design

Una accurata selezione di 120 oggetti di design andranno a punteggiare le stanze del Ridotto del Teatro Sociale di Como creando un ambiente policromo e ludico che coinvolgerà i visitatori. Dal design industriale ai manufatti unici, nuovi progetti realizzati in anteprima, progetti già noti, contaminazioni ed esempi della produzione emergente saranno visibili in fiera.

Tra gli espositori: i designer indipendenti (Draga&Aurel, Colucci&Colucci, Gupica, Max Lipsey, D’STUD’IO, Roger Coll, Markus Friedich Staab, Miguel Leiro, Emma Cogné, Mathieu Peyroulet Ghillini, Gianluca Landoni, Barbera-Madelli, Maria Tyakina), i progettisti affermati con i lavori realizzati per le aziende (Piero Lissoni/Living Divani, Philippe Nigro/Manerba, Sottsass Associati/Segis, Andrea Anastasio/ Et al, Maddalena Casadei/Fucina, Emanuele Magini/Campeggi) e gli editori (Pretziada, JCP, Bloc Studios, Marimar con Giorgio Bonaguro, Eligo Studio).

LCDF_2019_Galleria Luisa Delle Piane_Matali Crasset_Splight∏Galleria Luisa Delle Piane-2

Creati ad hoc: la scultura luminosa ad energia solare di Pietro Russo, Twins la coppia di tavolini in cotto di Millim Studio, Circle-Game di Michele Seppia per NERO design gallery, la libreria dai montanti colorati di studiointervallo, le sedie in edizione limitata di Alban le Henry per Colos, il doppio vaso di Alain Berteau per Atelier Jespers, i vasi colorati di Garnier & Linker per Spazio Nobile e i lavori di Fict Studio, Charles Antoine Chappuis e Elisa Uberti.

Non mancheranno le produzioni contemporanee delle gallerie tra le quali lo specchio di Studio Briand&Berthereau per editions du coté e quello di Studio Minale-Maeda per ToolsGalerie, i tappeti in resina di Matteo Pellegrini per Camp Design Gallery, gli oggetti/sculture di Duccio Maria Gambi per Numeroventi, gli oggetti possibili di Zaven per Galleria Luisa delle Piane e le opere delle artiste Mia E Goransson e Kaja Upelj per Officine Saffi.

Due installazioni creeranno la sorpresa: Insieme ordinato di aste, oggetto multifunzionale lungo circa 13m dell’architetto comasco Marco Balzarotti e il tessuto policromo dell’artista e designer tessile Karol Pichler fabbricato a partire da materiali di recupero.

Teatro-Sociale-Como(1)-2

On the other hand Architecture

La novità della seconda edizione è la sezione dedicata all’architettura immaginata nella grande sala del Palazzo del Broletto che riunirà per la prima volta disegni, modelli, fotografie e artefatti artistici realizzati dagli architetti o interpretati dai fotografi contemporanei. Una prima fiera di architettura rivolta alle sperimentazioni e ai manufatti più attuali, alcuni dei quali prodotti appositamente e riuniti in una sorta di Wunderkammer dedicata al colore.

Tra i progetti esposti: prototipi in scala 1:1, frammenti, repliche di architetture come nel caso di Labro Davis, Studio Lunik, SAM Architects, dispositivi che permettono di oltrepassare gli schemi consueti dell’architettura simulando le visioni più ampie degli architetti come nei lavori di Studio O, David Apheceix e dei numerosi architetti (Rudi Ricciotti, Beniamino Servino, Fala Atelier, Michele De Lucchi…) riuniti nel progetto Migrant Garden.

Ci saranno anche oggetti scultorei (Berger&Berger, Abinal&Ropars, Fabio Don, Antoine Espinasseau, Marc Leschelier,…) riecheggianti i confini elastici della pratica architettonica e dell’immaginazione di un architetto e oggetti di design creati specificatamente per un progetto realizzato (Inessa Hansch) oppure realizzati all’occasione di una biennale d’architettura — in questo caso quella di Versailles — e ripensati in una edizione limitata per Lake Como Design Fair (l’AUC). Si aggiungono anche visionari tappeti da disporre a pavimento e a parete (Bureau Spectacular per Urban Fabric Rugs) o nei quali avvolgersi (Célia-Hannes).

Ad accompagnare questa produzione più oggettuale i disegni di Ettore Sottsass, Riccardo Dalisi, Stefano Boeri, i collage di PiM.studio e le fotografie di Marco Cappelletti, Massimo Siragusa (Galleria Contrasto), Mathieu Peyroulet Ghilini, Naho Kobuta, Alessandro Tonellotto e Margherita Errante (Heillandi Gallery), e Nicolas Delaroche (Mobilab Gallery).

Tutte le opere esposte saranno in vendita. Una pubblicazione con testi critici di Matteo Pirola (design) e Andreas Kofler (architettura) e una guida, forniranno tutti i dettagli sui contenuti dell’esposizione.

04_LCDF_2018_©Arena Immagini-2

I curatori

Margherita Ratti, fondatrice e curatrice della fiera allestirà la nuova sezione dedicata all’architettura con Andreas Kofler, architetto-urbanista, editor e curatore.

Margherita Ratti è consulente di design e curatrice, esperta in strategie di comunicazione e relazioni pubbliche e anticipatrice di novità. Margherita vive e lavora a Parigi. Cresciuta a Como, con un occhio allenato all’arte e una predilezione per le cose belle e semplici, studia architettura al Politecnico di Milano e arte contemporanea alla Sorbona. Margherita, opera tra arte, design e architettura producendo, promuovendo e comunicando progetti inediti e futuri. Direttrice artistica della Galerie Italienne, specializzata nella produzione di design in serie limitata; responsabile della comunicazione e dei progetti cross-media di LAN Architecture. Ha co-curato con l’artista e fotografo Romaric Tisserand la MoMO Galerie e collabora dal 2012 con lo studio di ingenieria Bollinger+Grohmann con sede a Parigi. Margherita è la fondatrice di IT’S GREAT DESIGN, laboratorio di idee per “fare” e “pensare” il design attuale.

0_MargheritaRatti_phConstanceGennari©thesocialitefamily-2

Andreas Kofler è architetto-urbanista, scrittore freelance e curatore del Museo svizzero di architettura (S AM) a Basilea. Originario di Merano, ha studiato architettura a Madrid e Vienna, dove nel 2005 si è laureato presso la Technische Universität (politecnico). In seguito ha lavorato per numerosi studi ed architetti – tra i quali Theo Deutinger (TD), Rem Koolhaas (OMA/AMO), l’AUC e Dominique Perrault (DPA) – prima di fondare a Parigi con Marcello Tavone lo studio Weltgebraus. La maggior parte dei suoi lavori presuppone un confronto multidisciplinare, tra questi figurano i progetti Grand Paris (DPA), Greater Moscow (l’AUC), Prada (AMO) e la mostra The Image of Europe (TD/AMO) organizzata per l’Unione Europea. I suoi progetti curatoriali includono Architectures japonaises à Paris, 1867–2017 e la prima mostra dedicata ad Armando Ronca, entrambe accompagnate da omonime pubblicazioni. Scrive regolarmente articoli per il periodico L’Architecture d’Aujourd’hui, insegna alla Facoltà di Architettura di Versailles.

0_Andreas Kofler_© Laurent Champoussin-2

Wonderlake Como

Lake Como Design Fair rientra in un'operazione culturale più ampia voluta dall’associazione Wonderlake Como con l’obiettivo di sostenere e valorizzare, attraverso azioni culturali sul territorio, le bellezze del suo lago e del suo patrimonio artistico e architettonico. Wonderlake Como è un insieme di persone e di idee con un punto di vista extra ordinario sul Lago di Como. Un progetto culturale gestito dall'omonima associazione senza scopo di lucro che ha l'obiettivo di promuovere, in Italia e nel mondo, tutta la qualità di un territorio che possiede da sempre una forte identità.
Wonderlake Como realizza progetti editoriali e organizza eventi culturali mirati alla scoperta di spazi straordinari talvolta inaccessibili al grande pubblico, altre volte sconosciuti oppure dimenticati. Occasioni per contaminare i luoghi del territorio con contenuti e linguaggi internazionali in un fondamentale scambio di punti di vista, necessario a creare nuove connessioni e inedite prospettive.

La prima edizione di Lake Como Design Fair, ha riunito, dal 18 al 22 Settembre 2018, 52 espositori con 100 oggetti e 22 opere grafiche provenienti da tutta Europa. L'80% dei lavori esposti è stato realizzato negli ultimi tre anni e il 15% è stato creato appositamente per la fiera.

Design By Night

Sabato 21 Settembre 2019 
19.30 — 22.30

Vivi la Lake Como Design Fair nella luce del tramonto. Drink inediti creati in esclusiva Fresco Cocktail Shop.

Sale del Ridotto
Teatro Sociale di Como

Ingresso con consumazione 20 euro

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Van Gogh Alive: arriva a Lugano la mostra multimediale più visitata al mondo con oltre 7 milioni di spettatori

    • dal 14 novembre 2019 al 19 gennaio 2020
    • Centro Esposizioni di Lugano  
  • Campo quadro in Pinacoteca a Como, ecco il calendario delle mostre del 2019

    • dal 3 febbraio 2019 al 12 gennaio 2020
    • Pinacoteca Civica
  • Marcello Dudovich in mostra a Villa Bernasconi a Cernobbio

    • dal 29 settembre 2019 al 16 febbraio 2020
    • Villa Bernasconi

I più visti

  • Como Città dei Balocchi, tutto il programma dell'edizione 2019-2020

    • Gratis
    • dal 23 novembre 2019 al 6 gennaio 2020
    • Varie sedi
  • Como Magic Light Festival, ecco tutti i monumenti e i palazzi illuminati

    • dal 23 novembre 2019 al 6 gennaio 2020
  • Van Gogh Alive: arriva a Lugano la mostra multimediale più visitata al mondo con oltre 7 milioni di spettatori

    • dal 14 novembre 2019 al 19 gennaio 2020
    • Centro Esposizioni di Lugano  
  • Lake Como Christmas Light, ecco dove e quando

    • Gratis
    • dal 29 novembre 2019 al 6 gennaio 2020
    • Lago di Como
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    QuiComo è in caricamento