Mario Radice e la cultura accessibile: in pinacoteca con nonni ciceroni e visite al buio

Al via il progetto CulturAbili per avvicinare il pubblico al mondo dell'arte in modo originale

Nonni ciceroni, visite al buio guidate da non vedenti e ipovedenti, laboratori esperienziali per diversamente abili e atelier artistici per bambini: è il progetto CulturAbili, una serie di iniziative di accessibilità alla cultura inserite nel contesto della mostra "Mario Radice: il pittore e gli architetti" in Pinacoteca a Como sino al 24 novembre prossimo.

Il progetto nasce dal sodalizio tra l'assessorato alla Cultura di Como e il Lions Club Como Host, di cui Mario Radice e Ico Parisi sono stati soci fondatori nel 1953 e presidenti (Radice nel 1962, Parisi nel 1967), il Lions Club Como Plinio il Giovane e il Lions Club Como Lariano. L'esposizione dedicata al maestro astrattista diventa così occasione per un cammino di attività improntate alla conoscenza e allo scambio che vede coinvolti diversi fruitori con modalità dirette e indirette.

L'istallazione dell'architetto Fabio Fornasari "Biblioteca Astratta" e un "Velario" avvicineranno il pubblico alle opere di Radice attraverso un'esperienza di contatto, per esplorare le linee e le spazialità dell'artista, interiorizzandole.
Fornasari, direttore artistico del Museo Tolomeo dell'Istituto dei ciechi Francesco Cavazza di Bologna, descrive così la sua istallazione, appositamente creata per la mostra dedicata a Mario Radice: "Un'idea che non sia incarnata nei nostri gesti quotidiani è pura astrazione. Potrebbe sembrare una provocazione, invece è la chiave che ci permette di comprendere il lavoro di Radice e per coglierne il significato come esperienza. La Biblioteca Astratta incarna questo principio: una serie di libri, pagine, materiali che sintetizzano un secolo di astrattismo che parte da Radice, Rho, Galli per arrivare a Munari, Komagata e Halley. Una biblioteca da manipolare per creare sculture, spazi, architetture, pitture.

Tutte le iniziative si svolgeranno alla Pinacoteca civica e saranno offerte gratuitamente al pubblico grazie al contributo dei Lions di Como.
Ecco il programma:
4 e 11 ottobre, ore 16: Incontri di formazione - Appuntamenti destinati a operatori al buio e nonni ciceroni;
13 ottobre, ore 16: incontro per bambini dai 6 ai 10 anni, organizzato in occasione della Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo FAMU 2019;
10 novembre, ore 16: Affresco - Laboratorio artistico per bambini dai 3 ai 6 anni per esplorare con materia e colori i quadri astratti di Radice;
19 ottobre ore 16 e 8 novembre ore 18: Visite al buio - Visite guidate condotte da operatori non vedenti rivolte ad un pubblico eterogeneo;
22 ottobre ore 10 e 5 novembre ore 10: C'era una mostra... - Visite guidate transgenerazionali condotte dai nonni ciceroni destinate alle scuole primarie e secondarie di primo grado del territorio;
mercoledì 30 ottobre ore 14, venerdì 8 novembre ore 14, venerdì 15 novembre ore 14, mercoledì 20 novembre ore 14: Segno e radice - Laboratorio esperienziale rivolto a persone diversamente abili de La Nostra Famiglia, Il sorriso, Il Gabbiamo e Tam Tam.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sull'autostrada A4: è morto Cesare Coquio di Uggiate Trevano

  • A Como arriva Decathlon: ecco come sarà

  • Dalla Nasa all’apicoltura: il sogno di due ricercatori comaschi salverà il pianeta

  • Persona investita dal treno a Lugano Paradiso

  • Pessime condizioni igieniche, la polizia chiude un locale di piazza San Rocco a Como: è la seconda volta

  • I 10 migliori eventi del weekend a Como e dintorni

Torna su
QuiComo è in caricamento