Parolario 2011 a Villa Olmo, presentato il programma e le novità

Compie il suo undicesimo compleanno “Parolario”, l'evento culturale che da dieci anni a questa parte smuove l'interesse culturale dei cittadini comaschi, coinvolgendoli in attività letterarie, cinematografiche e filosofiche. Durante la rassegna si...

parolario2011

Compie il suo undicesimo compleanno “Parolario”, l'evento culturale che da dieci anni a questa parte smuove l'interesse culturale dei cittadini comaschi, coinvolgendoli in attività letterarie, cinematografiche e filosofiche. Durante la rassegna si affrontano temi politici, morali e sociali che secondo il presidente di “Parolario”, Glauco Peverelli, “fanno tremare i polsi” e offrono preziosi spunti di riflessione. In particolare il tema trasversale alla rassegna Palorario 2011 sarà il rapporto Artificiale-Naturale.

La nuova sede - Mario Colombo, assessore provinciale alla cultura, Sergio Gaddi, assessore alla cultura e allo sviluppo economico del Comune di Como, Glauco Peverelli, presidente dell'associazione culturale “Parolario”, e Alessio Brunialti, giornalista, hanno presentato ieri a Villa del Grumello la nuova edizione. Sarà Villa Olmo ad ospitare la manifestazione che dall'1 all'11 settembre animerà la città. I fondi stanziati dal governo non sono stati sufficienti per allestire la tensostruttura che negli anni scorsi ha ospitato spettatori e oratori in Piazza Cavour, ma “nonostante Tremonti siamo riusciti a fare di più e di meglio - sottolinea un agguerrito Gaddi - non ci possiamo fermare di fronte all'emergenza o alla contingenza negativa”. “L'omicidio o tentato omicidio - aggiunge - ha incontrato la resistenza violenta di chi vi parla”. Anche l'assessore Mario Colombo avrebbe preferito la piazza come cornice di un simile evento, poiché la piazza è storicamente “sede della cultura” e luogo in cui si privilegia il “contatto con il pubblico”, ma anche Como risente dei limiti imposti da una situazione economica difficile che “parte dall'Europa e arriva in America”, “come Provincia dobbiamo ancora saldare i costi dell'anno scorso”, conclude l'assessore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rassegna itinerante - In ogni caso politici e membri dell'associazione “Parolario” hanno voluto vedere nel necessario trasloco l'occasione di fare della cultura una realtà dinamica: gli eventi organizzati saranno dislocati tra Villa Olmo, Villa del Grumello, Foyer Teatro Sociale, Broletto, Biblioteca comunale e Marsiglione Ars Gallery, nonché Campione d'Italia dove si svolgerà il concerto di Roberto Vecchioni il 6 settembre. Delle navette gratuite, messe a disposizione da Asf autolinee, collegheranno con continuità piazza Cavour a Villa Olmo, da un lato agevolando la mobilità dei cittadini, dall'altro facendo sì che la “Fiera del libro”, storica compagna di “Parolario” che avrà luogo come sempre in piazza, non resti isolata.

L'anima nomade di Parolario 2011 si dividerà principalmente tra Villa Olmo e Villa del Grumello, inaugurerà dunque, almeno in maniera simbolica, il progetto del professor Ettore Albertoni “Il chilometro della conoscenza”, che collega Villa Olmo alle sue serre, queste ultime al parco di Villa del Grumello e alla Sucota. È questo “l'inizio di una collaborazione forte e certa anche per gli anni successivi”, si augura Filippo Arcioni, intervenuto in rappresentanza della Camera di Commercio di Como. Il programma - Al di là dei condizionamenti logistici ciò che conta è il programma (qui trovi il programma completo). Ed è un programma di tutto rispetto quello di quest'anno: si confronteranno sulla tematica dell'artificialità e della naturalità nella vita e nella morte ospiti competenti che hanno vissuto sulla propria pelle la tragicità del conflitto, come Beppino Englaro, o hanno fatto di questa tematica il baluardo dei loro studi, come il filosofo Giovanni Reale. Saranno proposti anche quest'anno gli incontri con importanti esponenti del pensiero filosofico contemporaneo, tra gli altri Diego Marconi, Andrea Pinotti, Michele Loi, e importanti nomi della cultura letteraria e politica, ad esempio Severgnini, De Carlo, Jonas Jonasson (scrittore che ha pubblicato il libro “Il Centenario che saltò la finestra e scomparve”), Alain Elkann, Michela Murgia, Vladimir Luxuria; Gualtiero Marchesi presenterà invece il libro postumo di Franco Soldarini “Franco Soldarini. I sapori della mia vita”. C'è anche la musica - Ogni giorno si terranno, inoltre, gli incontri musicali con “Il poeta del giorno”. In seconda serata, come gli anni scorsi, saranno proiettati film inerenti al tema del giorno, chicca di quest'anno sarà la proiezione di Frankenstein, film di 15 minuti realizzato nel 1910 da Edison, andato disperso e recuperato per il pubblico comasco da Alessio Brunialti. Non mancheranno nemmeno i momenti leggeri quali il recital “Cavour mon amour” di David Riondino, spettacolo che affronta il tema dell'unità d'Italia in maniera ironica, la cine-maratona sperimentale che presenterà in sequenza tutti gli episodi di “Sandokan”, con Kabir Bedi, e la Biciclettata poetica sul Lungolago, che dà appuntamento per il 10 settembre al popolo comasco. Chiara Pignotti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, consulente immobiliare scomparso: Ricardo trovato senza vita

  • Lutto nella polizia penitenziaria: si toglie la vita un assistente capo di Como

  • Mascherine gratuite in Lombardia, a Como 178mila

  • Lomazzo, ragazza di 28 anni tenta il suicidio buttandosi dal secondo piano

  • Violenza sul bus da Como a Cantù: aggrediscono una donna e prendono a bottigliate un uomo

  • La Finanza multa due ragazzi che pescano ad Argegno e un uomo che dà da mangiare alle anatre a Como

Torna su
QuiComo è in caricamento