Sciopero della vigilanza privata: 50 vigilantes in protesta sotto la Prefettura

Una delegazione di rappresentanti sindacali ha incontrato il prefetto

Una cinquantina di vigilantes si sono riuniti nella mattina del 1 agosto 2019 in via Volta a Como sotto la prefettura per un presidio di protesta: uomini e donne al servizio di società di vigilanza priovata hanno manifestato contro le condizioni contrattuali giudicate ormai inaccettabili. Lo sciopero è stato indetto in tutta Italia e a ha visto a Como una folta partecipazione.

Il presidio sotto la Prefettura: guarda il video

Delegati sindacali di Cgil, Cisl e Uil sono stati accolti dal prefetto Ignazio Coccia. "Il prefetto - hanno spiegato i rappresentanti sindacali all'uscita dell'incontro - si è mostrato molto coinvolto e sensibile alla situazione dei lavoratori del settore della vigilanza privata".

In particolare la protesta riguarda il mancato rinnovo del contratto scaduto nel 2015. Da qui, la richiesta alla politica e al Governo di intervenire. "Ci aspettiamo – spiegano i sindacati - che non si limitino solo ad affidare buona parte della sicurezza del Paese a questi lavoratori, ma che si impegnino anche a restituire dignità agli stessi attraverso il valore del lavoro, dei contratti nazionali e della loro applicazione. A maggior ragione per un settore strategico per la sicurezza dei cittadini, dove le politiche di dumping contrattuale, in barba alle norme in materia di appalti, sono all'ordine del giorno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, via Cecilio: la rivoluzione parte dalla nuova Coop

  • Ragazzino molestato in centro Como si rifugia in un bar: la polizia ferma un uomo

  • Como: lui la picchia e la prende a cinghiate, lei si chiude in bagno e chiama i soccorsi

  • Nuovo supermercato in arrivo a Cernobbio

  • Incidente a Lurago d'Erba: morta donna di 36 anni

  • Droga: scoperta fitta rete di spaccio fra i giovanissimi della Como bene

Torna su
QuiComo è in caricamento