#salviamocampione, hashtag e pagina Facebook per chiedere la riapertura del Casinò

Mobilitazione sui social network di cittadini e dipendenti dell'enclave

Il presidio di venerdì 3 agosto 2018 a Campione

#salviamocampione è l’hashtag pensato dagli abitanti di Campione d’Italia da giorni in protesta dopo il fallimento del Casinò e la conseguente chiusura della casa da gioco. 
È stata aperta una pagina Facebook e un account Instagram con lo stesso nome, “Salviamo Campione”, per sensibilizzare la popolazione dei social network sulla situazione del comune dell'enclave.
Già molti i vip e personaggi famosi che stanno sostenendo il Casinò con video in cui lanciano appelli per la riapertura della casa da gioco: tra questi la showgirl Justin Mattera, Franco Oppini, Andro Merkù di Radio24 e Francesco Monte, modello italiano.
Le pagine ogni giorno raccontano i sitin e le manifestazioni organizzate sia a Campione stesso sia in altri luoghi simbolici, come successo nel caso del presidio in Prefettura a Como o in Regione Lombardia, in cerca di una speranza per la riapertura dell’azienda fonte di guadagno per il comune e i suoi abitanti.

Martedì 7 agosto 2018 dalle 10 in programma una nuova manifestazione di sensibilizzazione a Campione presso il piazzale Maestri Campionesi.

Potrebbe interessarti

  • Nuovi cantieri stradali a Como: via Giussani chiusa per due mesi

  • Incidenti, più sicurezza a Monte Olimpino: ecco come cambia la strada

  • Aiutiamo Luca a ritrovare il suo pappagallo Leo smarrito a Cagno

  • Partita Como-Pergolettese, domenica zona stadio blindata

I più letti della settimana

  • Spara contro suo padre e suo fratello: paura davanti a una ditta di Erba

  • Frontale a Sorico: Statale Regina nel caos

  • Controsoffitto crolla sulle auto posteggiate nell'autorimessa di un condominio a Como

  • Colto da malore sulla Statale "Regina": traffico in tilt a Colonno

  • Truffa del finto bestiame per avere fondi europei: nei guai aziende agricole di Como e Sondrio

  • Barca contro gli scogli a Brienno: un ferito grave

Torna su
QuiComo è in caricamento