Inasprimento delle sanzioni sulla Sicurezza sul Lavoro: come evitarle

La Gazzetta Ufficiale n° 140 del 19 giugno 2018 contiene, fra gli altri, il Decreto direttoriale n. 12 del 6 giugno 2018 “Rivalutazione sanzioni concernenti violazioni in materia di salute e sicurezza”, emesso dall’Ispettorato Nazionale del Lavoro.

Una misura che aumenta dell’1,9% gli importi delle ammende derivanti dalle contravvenzioni in materia di igiene, salute e sicurezza sul lavoro, le sanzioni amministrative pecuniarie previste dal D.Lgs. 81/08 e le sanzioni derivanti da atti aventi forza di legge. Pertanto, a far data dal 1° luglio 2018, gli importi delle sanzioni irrogate dagli Organi di vigilanza verranno adeguati tenendo conto della sopraggiunta variazione.

Ma c’è un modo per evitare le sanzioni?
Lo abbiamo chiesto a ScuolaSicurezza (www.scuolasicurezza.it), uno di Studio di Consulenza e Agenzia Formativa con sedi in Lombardia e Sardegna, specializzata nella gestione della normativa sulla Sicurezza sul Lavoro.
Il consulente di ScuolaSicurezza con cui abbiamo parlato, ci ha confermato quanto già immaginavamo: l’unico modo per evitare le sanzioni è essere a norma con la Legge, anche perché fondamentalmente per una società è meno costoso adottare i necessari adeguamenti (corsi, documenti, nomine, dispositivi antincendio e antinfortunistici), piuttosto che rischiare di vedersi sanzionata per diverse migliaia di Euro.
Inoltre, spesso questi documenti relativi alla Sicurezza sul Lavoro vengono richiesti in fase di appalto e gara, da parte dell’azienda committente; senza, risulta impossibile partecipare alle gare, in quanto, se dovessero verificarsi degli infortuni o in seguito a controlli, la responsabilità rimarrebbe condivisa tra l’azienda committente e l’appaltatrice.

Ma qual è il modo migliore per intraprendere un percorso di messa  a norma?
Sempre secondo il consulente di ScuolaSicurezza, tutto deve partire da un check-up iniziale, utile per poter definire lo “stato di fatto” dell’impresa: quali interventi sono già stati fatti, quali mancano e quali debbono essere aggiornati. Questa fase è fondamentale per poter definire la mappa e la tempistica degli interventi da effettuare, dai più urgenti fino a quelli che si possono rimandare in un secondo tempo.
Il check-up si svolge come una sorta di “intervista” telefonica, se necessario svolta anche direttamente in sede dal Cliente, durante la quale il referente dell’azienda cliente viene sottoposto ad una serie di domande chiave, utili per acquisire le informazioni di cui sopra. Il tutto ha una durata variabile dai 45 minuti fino ad un massimo di 1 ora e mezza, a seconda della complessità dell’attività aziendale. Terminata questa fase, il consulente avrà a disposizione tutti gli elementi necessari per poter definire la mappa degli interventi necessari.

E i costi? Qual è l’impegno economico per la realizzazione del check-up?
Il check-up realizzato da ScuolaSicurezza ha un costo a listino di 120 Euro, ma viste le recenti rivalutazioni delle sanzioni di cui si parlava in apertura all’articolo, l’azienda ha deciso, per venire incontro alle imprese, di offrire il servizio di check-up a costo zero. Oltre a questo, l’adesione al check-up gratuito darà diritto ad uno sconto del 10% sui prezzi a listino della formazione in aula e del 30% sulla formazione online, come ulteriore stimolo ad approfittare di questa occasione di messa a norma, che oltretutto giunge in un momento dell’anno in cui i ritmi lavorativi perdono quella frenesia che li contraddistingue nel resto dell’anno.

Un “1+1”, in cui il controllo gratuito si affianca allo sconto sui servizi, un’iniziativa utile a coloro che stanno valutando un’opera di verifica della situazione aziendale interna e a chi è intenzionato a regolarizzare le situazioni non conformi.

Ricordiamo che ScuolaSicurezza vanta una presenza costante e pluridecennale a servizio delle attività produttive nella gestione della normativa sulla sicurezza nel lavoro. Fin dalle origini, la società ha creduto nella divulgazione del concetto di sicurezza sul lavoro, fino a farlo diventare oggetto della propria mission aziendale.

Per entrare in contatto con l’azienda e prenotare un check-up gratuito, è possibile contattarla al Numero Verde 800.144.694 oppure al sito www.scuolasicurezza.it

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cantù

    Spaccio di droga a Cantù: arrestati due pusher nel parcheggio delle case popolari

  • Rebbio

    Striscione all'oratorio di Rebbio, lettera di Don Giusto a Forza Nuova: "Grazie per avermi ricordato gli obiettivi su cui lavorare"

  • Economia

    MediaWorld, la nuova sede di Lipomo verrà inaugurata a metà novembre

  • Rebbio

    Ragazza aggredita con un pugno davanti al cimitero di Rebbio

I più letti della settimana

  • Il "miracolo" dei carabinieri: Milano-Como (e ritorno) in 40 minuti con la supercar per portare tre organi da trapiantare

  • Incidente a Como, auto esce di strada e vola fuori dalla Napoleona: due ragazzi feriti

  • Morto Riccardo Rovelli di Inverigo, il ragazzo caduto in montagna a Lezzeno

  • Ligabue a Como, birra a sorpresa al Pura Vida

  • Punta un coltello contro una donna seduta al bar: arrestato in centro storico a Como

  • Tutto il programma del fidanzamento indiano: non solo Villa Olmo, coinvolti anche il Teatro Sociale, Villa Balbiano e Villa Gastel

Torna su
QuiComo è in caricamento