Fondazione Volta tocca quota 100

Il presidente Levrini: "Un anno denso di iniziative, svolte, progetti andati a buon fine e nuove opportunità"

Villa del Grumello

Fondazione Volta ha cercato di operare sempre con grande attenzione al territorio per ricavarne un vero e tangibile beneficio per i cittadini attraverso la creazione e il consolidamento dei rapporti con le istituzioni, gli enti di ricerca, le università e le realtà economiche, culturali, scientifiche senza mai dimenticare il mandato statutario che regge la Fondazione.  

“Il dovere, la passione e la percezione del grande potenziale di Fondazione Volta ci hanno consentito di cogliere le motivazioni che hanno portato alla sua istituzione, tanto da definire con precisione il nostro mandato; un compito definito da genesi, statuto, dai nostri autorevoli soci e soprattutto dai bisogni della città. - Afferma Luca Levrini, presidente di Fondazione Volta - In sintesi, sono tre le parole che definiscono la nostra missione espresse nel nuovo logo: cultura, educazione e civitas.  Cultura come trasferimento del nostro patrimonio storico, artistico, letterario e naturale verso ognuno in modo indiscriminato e massivo, anche per generare spunti di riflessione per il turismo della città.  Al riguardo i numeri di quest’anno di attività contano 57 eventi culturali organizzati da Fondazione Volta,  43 eventi organizzati attivamente con altri enti oltre ad iniziative e progetti. Corollario rilevante alla cultura è l'auspicio di generare educazione, intesa come volontà̀ di conferire valori intellettuali, spirituali e morali, soprattutto a giovani e famiglia: per questo abbiamo organizzato un’iniziativa, e ne organizzeremo altre, presso le scuole medie del territorio per ambire alla famiglia come luogo di discussione e confronto.  La prima attenzione è verso il cittadino comasco, la comunità comasca, quella che nel nuovo logo è definita civitas; non tanto l’importanza del luogo e del territorio ma del suo abitante, non Como ma il comasco, non il Lario ma il lariano.

Conclude Levrini: "Per questo abbiamo dato centralità al capitale umano fortemente enfatizzato da Fondazione Volta nella stesura del piano strategico della nuova Camera di Commercio Como-Lecco". 

“È stato un anno ricco. Ricco di impegno e di operosità, grazie e tutti coloro che hanno contribuito e hanno dimostrato la disponibilità necessaria sui diversi fronti. Tante le collaborazioni, consolidate alcune e nuove altre, tutte promettenti per i progetti che abbiamo in animo di realizzare. - Aggiunge Claudia Striato Direttore di Fondazione Volta -. Numerose le sfide, nate o condivise in seno al consiglio di amministrazione portate avanti grazie alla convinzione, alla partecipazione e all'entusiasmo di ciascuno.” 

Prosegue Striato entrando nel merito delle iniziative realizzate:

“Anno ricco di soddisfazioni per i risultati raggiunti, molti quelli consolidati - la vivacità intellettuale dei 1000 studenti della Lake Como School of Advanced Studies e la partecipazione entusiasta di 5.000 appassionati alla IV edizione del Lake Como Light Festival, ne sono un esempio. Significativi per il rinnovato desiderio della Fondazione di contribuire allo sviluppo culturale ed educativo dei cittadini comaschi e di valorizzare il patrimonio del territorio Lariano, in collaborazione in primis con il Comune di Como e la nuova Camera di Commercio di Como e Lecco, e di promuovere l'alta formazione e indirizzare l'attività di ricerca in risposta ai bisogni delle nostre imprese e del nostro sviluppo.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, via Cecilio: la rivoluzione parte dalla nuova Coop

  • Ragazzino molestato in centro Como si rifugia in un bar: la polizia ferma un uomo

  • Como: lui la picchia e la prende a cinghiate, lei si chiude in bagno e chiama i soccorsi

  • Nuovo supermercato in arrivo a Cernobbio

  • Incidente a Lurago d'Erba: morta donna di 36 anni

  • Droga: scoperta fitta rete di spaccio fra i giovanissimi della Como bene

Torna su
QuiComo è in caricamento