Cernobbio, cercasi nuovo gestore per l'Onda: ecco il bando comunale

Il titolare uscente potrà esercitare il diritto di prelazione

“Individuare il nuovo locatario dell’immobile di proprietà comunale di piazza Risorgimento così da contribuire alla ripresa dell’attività e ad una riqualificazione complessiva della Riva di Cernobbio” è la finalità del nuovo “Bando di locazione ad uso commerciale dell’immobile di proprietà comunale di piazza Risorgimento” presentato quest’oggi dal Sindaco di Cernobbio, Matteo Monti, e dall’assessore al Commercio e Turismo, Mario Della Torre, e pubblicato sul sito internet del Comune di Cernobbio, a disposizione di tutti gli interessati.

La storia dell'immobile

La storia di questo immobile di proprietà comunale, situato in piazza Risorgimento, ha inizio nel 1988 quando il Comune di Cernobbio sottoscrive una convenzione per la concessione di diritto di superficie su un’area comunale in Riva finalizzata appunto alla costruzione di un edificio destinato a pubblico esercizio. La durata di tale convenzione era stata fissata in 29 anni dalla data del rilascio del certificato di agibilità dell’immobile, atto emesso dall’Unità socio-sanitaria locale di Como il successivo 9 giugno 1989, da allora destinato a bar-gelateria-ristorante. In prossimità della scadenza della convenzione, a seguito della richiesta dei gestori, l’Amministrazione Furgoni, con apposita deliberazione, aveva prorogato il diritto di superficie fino allo scorso 31 dicembre 2018.

Dal 1° gennaio 2019 l’immobile è quindi rientrato tra i beni a disposizione dell’Amministrazione Comunale di Cernobbio che, ancor prima di questa data ha manifestato l’intenzione di procedere ad una sua valorizzazione così come illustrato dall’atto d’indirizzo approvato dalla Giunta Comunale lo scorso 31 dicembre. «Abbiamo voluto dedicare più tempo di quanto previsto inizialmente per la predisposizione perché lo riteniamo strategico e parte integrante del nostro più ampio obiettivo di riqualificazione della Riva, una delle aree di maggior richiamo turistico di Cernobbio e lungo privilegiato per la socializzazione dei cittadini cernobbiesi» ha sottolineato il Sindaco, Matteo Monti.

Il bando

La scadenza per la presentazione delle domande è fissata nel prossimo 1° luglio e l’aggiudicatario dovrà rispettare diversi obblighi tra cui:
- effettuare un periodo continuativo di apertura di dell’esercizio di almeno dieci mesi, compreso il periodo estivo;
- distribuire il medesimo materiale turistico-informativo presente all’Infopoint comunale;
- assumere parte del personale con residenza nel territorio comunale di Cernobbio;
- provvedere alla pulizia dei cestini in Riva durante la stagione turistica nei giorni di sabato e di domenica.
L’immobile verrà aggiudicato, per un periodo di 6+6 anni, al soggetto che avrà presentato l’offerta più alta rispetto a quando stabilito a base d’asta ovvero un canone annuo compreso tra 55mila e i 75mila euro oltre IVA. Al bando possono partecipare tutti i soggetti in possesso dei requisiti di stipulare un contratto con la Pubblica Amministrazione che dimostrino adeguate capacità tecnica-economica-commerciale. A norma del previgente contratto con l’operatore uscente, lo stesso potrà esercitare diritto di prelazione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Giovanni, senzatetto orgoglioso

  • Tragedia sui monti di Sorico: cacciatore morto per prendere un cervo

  • Como, ragazza di 18 anni violentata al primo appuntamento: arrestato barista del centro

  • Como, picchia la moglie in centro: il video dell'arresto

  • Incidente a Mariano Comense: morto un motocilista di 53 anni

  • Incidente a Como: una persona incastrata fra le lamiere

Torna su
QuiComo è in caricamento