A Como pizza napoletana da campioni, tra i migliori del mondo Agostino Donnarumma del Peach Pit

Si è classificato 30esimo su quasi 800 partecipanti al Campionato Mondiale della Pizza

Agostino Donnarumma (a sinistra) al Campionato Mondiale della Pizza 2018

C'è anche Agostino Donnarumma della pizzeria Peach Pit di via Diaz a Como tra i migliori pizzaioli del Campionato Mondiale della pizza 2018, andato in scena il 9,10 e 11 aprile a Parma.

L'evento

Quasi 800 i partecipanti per quello che è un vero e proprio evento del settore cui ha partecipato un esercito di pizzaioli e chef provenienti da tutto il mondo: Argentina, Austria, Australia, Belgio, Bangladesh, Brasile, Svizzera, Cile, Germania, Spagna, Francia, Ungheria, Irlanda, Israele, Giappone, Corea del Sud, Libano, Lussemburgo, Marocco, Macedonia, Messico, Norvegia, Pakistan, Portogallo, Romania, Russia, Arabia Saudita, Svezia, Tajikistan, Turchia, Ucraina, Regno Unito, USA, Sri Lanka e ovviamente Italia.
Undici le categorie tra cui i pizzaioli potevano scegliere di cimentarsi, tra cui pizza in Teglia, Pizza Senza Glutine, Pizza Napoletana STG, Pizza in Pala (o alla Romana) e la Pizza a Due che unisce le professionalità di chef e pizzaiolo. 
Tra i criteri di valutazione c'erano gusto, aspetto, creatività e velocità.

Soddisfazione per Donnarumma

Agostino Donnarumma, 38 anni, si è classificato al 30esimo posto per la categoria Pizza Napoletana Stg, la "vera pizza napoletana".
"E' andata benissimo - commenta Donnarumma della pizzeria Peach Pit di via Diaz a Como - hanno partecipato tanti professionisti del settore e abbiamo scavalcato tanti nomi importanti di Napoli. Abbiamo partecipato nella categoria Pizza Napoletana Stg che tra i vari parametri di giudizio considera soprattutto la qualità dei prodotti utilizzati che devono essere prodotti del territorio garantiti. Ogni concorrente - spiega Donnarumma- portava i propri prodotti e preparava la pizza, una margherita, secondo il disciplinare che regolamenta la pizza napoletana stg. Ad esempio una delle regole è che la pizza deve cuocere da 60 a 90 secondi in forno a legna a temperatura minima di 485 gradi. Dieci i giudici che hanno controllato i vari aspetti, siamo molto contenti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gemelli uccisi, al funerale la lettera della madre e 'Un senso' di Vasco Rossi per l'ultimo straziante saluto

  • E' morto l'uomo ghepardo di Como

  • Stipendi in Ticino: un commesso guadagna in media 5mila franchi, un'ostetrica fino a 8mila

  • Statale Regina: multe salatissime e ritiro immediato del mezzo per chi circola senza assicurazione

  • Multa fino a 1.500 euro per chi pesca un siluro e non lo ammazza

  • Brienno, morto il motociclista caduto in galleria

Torna su
QuiComo è in caricamento