Como, tenta di violentare una donna all'autosilo Centro Lago di via Sant'Elia: fermato 41enne

L'allarme lanciato da un'automobilista che ha assistito all'aggressione

Ha cercato di abusare di una donna nell'autosilo Centro Lago di via Sant'Elia a Como, ma è stato messo in fuga dalle urla della vittima e dal passaggio di un'auto. Al Bassone con l'accusa di tentata violenza sessuale è finito un 41enne italiano residente a Mariano Comense.

L'episodio è successo alle 19 di mercoledì 11 aprile 2018: tutto è partito da una segnalazione arrivata al numero unico di emergenza 112. Una donna comasca ha infatti assistito al tentativo di stupro e ha dato l'allarme. 
Sul posto è andata subito una Volante della Questura: gli agenti hanno trovato la donna, una 51enne italiana, residente in provincia di Como, accasciata su un muretto in evidente stato confusionale. I poliziotti hanno cercato di tranquillizzare la donna, cui sono state prestate anche alcune cure mediche dal personale di un'ambulanza allertata dalla polizia. Poi in Questura ha raccontato quanto accaduto.

La ricostruzione

La 51enne aveva trovato riparo dalla pioggia nell’autosilo, in compagnia di un suo conoscente incontrato casualmente poco prima. L’uomo quindi, sempre dal racconto della donna, l’avrebbe repentinamente abbracciata, per poi bloccarla nel tentativo di abusarne. Le urla della vittima e il passaggio di un'auto (quella sulla quale si trovava la donna che pou ha telefonato al 112 dando l'allarme) hanno spinto l’aggressore a desistere e ad allontanarsi velocemente percorrendo la rampa di uscita delle vetture.

Le indagini

Gli Agenti della Volante hanno subito visionato le immagini del sistema di videosorveglianza interno dell’autosilo e hanno accertato la piena corrispondenza dei fatti con quanto raccontato dalla vittima, così come della descrizione del suo aggressore. Descrizione che è stata  diramata alle patuglie in servizio sul territorio.
Il sospetto è stato individuato dalla pattuglia del Poliziotto di quartiere nei pressi del supermercato Carrefour, proprio nelle vicinanze del luogo dell’aggressione. L’uomo è stato portato in Questura per gli accertamenti.

Il fermo 

Si tratta di un 41enne, S.O. le sue iniziali, nato a Mariano Comense e residente nel casertano, con pregiudizi specifici, oltre che contro la persona ed il patrimonio.
La donna aggredita, una volta dimessa dal pronto soccorso, ha riconosciuto l'aggressore dalle foto segnaletiche. Il 41enne è stato quindi fermato e portato al carcere del Bassone a disposizione dell’Autorità giudiziaria

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nel bosco a Rebbio: uomo trovato impiccato a un albero

  • Scomparso da casa, ritrovato in fin di vita in un bosco a Villa Guardia

  • Incidente a Camerlata: l'ex calciatore dell'Inter Cordoba si schianta con il Range Rover

  • Como, cerca di sedare una lite marito e moglie, ma lei lo colpisce in faccia con un bicchiere

  • Cantù, investito dal corriere in retromarcia: morto uomo di 74 anni

  • Como, fermato con un assegno da 100 milioni prima della dogana

Torna su
QuiComo è in caricamento