Presi i vandali della Valle d'Intelvi: 5 giovani che hanno distrutto cinquanta macchine

Tre di loro sono minorenni. Fondamentali le immagini delle videocamere di sorveglianza

I carabinieri di Menaggio hanno assicurato uìindividuato e denunciato 5 ragazzi, tre dei quali minorenni e tutti incensurati, responsabili del noto raid vandalico, durante il quale sono state danneggiate oltre cinquanta macchine nel corso di una notte, avvenuto nella Valle d’Intelvi nella scorsa estate. 

Il video del raid vandalico

L’articolata indagine si è rivelata lunga e complessa. Fondamentale è stata la verifica di filmati prodotti da diverse decine di telecamere di videosorveglianza dislocate sul territorio. I militari hanno dovuto “sbobinare” una notevole mole di filmati, prodotti da diverse decine di telecamere di videosorveglianza. E' così che hanno capito come agivano: i ragazzi con l'auto degli ignari genitori di uno di loro, hanno danneggiato, scagliando sassi anche dall’autovettura in corsa per non perdere tempo, tre autovetture; la notte successiva, percorrendo le tortuose strade della Valle d’Intelvi ed utilizzando la collaudata tecnica, hanno posto in essere un vero e proprio raid vandalico danneggiando decine e decine di autovetture.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il gruppo ha agito per futili motivi riconducibili verosimilmente alla “noia” estiva, la notte tra il 4 settembre e il giorno successivo.
I cinque giovani sono stati deferiti in stato di libertà per il reato di danneggiamento aggravato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Como e presso il Tribunale per i Minori di Milano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pasqua blindata, restrizioni almeno fino al 13 aprile

  • Turismo sul Lago di Como, si prospetta una tragedia economica

  • Idee anticrisi, ecco i dining bonds: li paghi meno di quello che valgono, li spendi alla riapertura del ristorante

  • Bonus spesa e cibo: gli aiuti del governo in provincia di Como arriveranno attraverso i servizi sociali

  • Lomazzo, ragazza di 28 anni tenta il suicidio buttandosi dal secondo piano

  • Isolamento estremo: a Fino Mornasco dal 22 febbraio una famiglia con 2 bimbe non esce di casa

Torna su
QuiComo è in caricamento