Un bel convegno del "Willy Brandt" e un terribile comunicato stampa

Sono abbastanza fiducioso che il presidente Giuseppe Doria, "vecchio" leone socialista, ex segretario provinciale della Uil, ex consigliere in Camera di Commercio, uomo di arguzia finissima, non se la prenderà. Ma il comunicato emesso stamane a...

Un bel convegno del "Willy Brandt" e un terribile comunicato stampa

Sono abbastanza fiducioso che il presidente Giuseppe Doria, "vecchio" leone socialista, ex segretario provinciale della Uil, ex consigliere in Camera di Commercio, uomo di arguzia finissima, non se la prenderà. Ma il comunicato emesso stamane a nome del nobile "Circolo culturale Willy Brandt" per annunciare una serata peraltro molto interessante in programma venerdì 13 marzo alle 17.30 nella sede di via Aristide Bari 8 ("Non solo Ticosa e lungolago: immaginare il futuro della città") riesce a rivaleggiare con certi capolavori di anti-comunicazione noti finora soltanto al Pd e, in misura minore, al Comune di Como.

Dopo una interessante introduzione sull'incontro, assolutamente ben scritta, ecco il primo colpo. Alla voce "Ragioni dell'incontro" segue - per l'appunto - il nome di Giuseppe Doria. Ora, d'accordo che il curriculum politico-sindacale del presidente del circolo è notevole e apprezzato, ma addirittura personificare in lui le "ragioni dell'incontro" appare un filo eccessivo. Il primo pezzo autenticamente "horror" però, segue quando il comunicato segnala gli ospiti. I quali vengono definiti nientemeno che "Discussant". Discussant, testuale. Non ospiti, relatori, partecipanti. Discussant. Definizione esterofila scelta forse perché "discussant" fa rima con "Brandt", altrimenti inspiegabile fino a essere uno schiaffo davvero immeritato alla nostra nobile lingua. Ma il peggio deve ancora venire. Perché uno dei "discussant" è Sergio Simone, già primo cittadino della città di Como. Ma la definizione "ex sindaco" evidentemente deve essere parsa troppo rozza agli estensori. E così ecco spuntare un terrificante "past sindaco Sergio Simone" che davvero è una delle definizioni peggiori di ogni tempo. Past sindaco. Da non credere.

Poi, il colpo finale. Straordinario. Assieme all'architetto Attilio Terragni - definito impeccabilmente "ingegnere, architetto, artista" - figura un terzo relatore. Andrea Camesasca. Lo conoscete, immagino: imprenditore al "Corazziere" di Merone, vicepresidente degli albergatori comaschi, esponente della giunta della Camera di Commercio di Como con delega al turismo e molte altre cose. La definizione del comunicato: "Appassionato di turismo e di eco sostenibilità". Un gitante sul battello, più o meno.

Insomma - con ironia, ovviamente - si può concludere così: venerdì sera, probabilmente, il "Circolo culturale Willy Brandt" terrà un incontro molto interessante con presenze di assoluto rilievo e potenzialmente denso di spunti molto interessanti. Annunciato, però, con il più tremendo comunicato stampadel tempo recente. Past tempo, ovviamente.
Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Aggredita a Bulgarograsso: il drammatico racconto di una donna sfuggita alla furia dell'ex convivente

  • Meteo

    Vento forte su Como e provincia: è allerta

  • Cronaca

    Si fingono tecnici dell'acqua: anziana truffata a Rovellasca

  • Cronaca

    Travolto e ucciso da un treno a Balerna

I più letti della settimana

  • Sesso con ragazzine: arrestato a Como per prostituzione minorile

  • Aggredita a Bulgarograsso: il drammatico racconto di una donna sfuggita alla furia dell'ex convivente

  • Incidente a Tavernerio: 3 feriti

  • Bregnano, morta bambina di due anni

  • L'edicola più antica di Como cerca nuovo gestore

  • Tavernerio, bimbo di un anno soccorso all’asilo

Torna su
QuiComo è in caricamento