Notte di Capodanno, sei persone ubriache soccorse a Como e provincia

Il più giovane ha 17 anni ed è stato soccorso in via Piadeni

La notte di Capodanno non è stata segnata da grossi disagi o fatti di cronaca, ma come spesso acade nelle occasioni in cui i festeggiamenti coinvolgono migliaia e migliaia di persone, il lavoro del 118 è stato impegnativo. Sebbene non si siano registrati casi gravi i soccorritori hanno dovuto effettuare numerosi interventi. In almeno sei casi il 118 ha dovuto soccorrere persone ubriache che a stento si reggevano in piedi.
Un uomo di 47 anni è stato soccorso in via Volta a Carbonate dopo essersi sentito male intorno alle ore 1.37 mentre si trovava in un locale. Poco dopo le 2.30 del mattino un ragazzo di 17 anni è stato soccorso in un locale di via Piadeni a Como: per lui niente di grave, solo una colossale sbronza. Una ragazza (la cui età non è stata resa nota) è stata invece soccorsa in via Ariberto da Intimiano: gli amici hanno chiamato l'ambulanza dopo che le giovane è stata male mentre si trovava in strada. Anche per lei nulla di grave. 
Poco dopo le 4 è stato male un 20enne a Orsenigo e ancora, poco dopo le 6, in piazzale San Gottardo è stato male un giovane di 24 anni. Per entrambi non è stato necessario il trasporto in ospedale, mentre è stato necessario trasportare al pronto soccorso dell'ospedale Valduce un 26enne soccorso in un locale di via Manzoni a Como. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un caso anche a Lecco: non è grave

  • Coronavirus, tre famiglie isolate nel comasco: misura precauzionale

  • Fobia coronavirus, a Mariano Comense prendono a sassate un anziano cinese: interviene Dj Francesco

  • Coronavirus, ancora in prognosi riservata il paziente trasferito al Sant'Anna dal Lodigiano

  • Coronavirus, scuole chiuse e vietate le visite ai parenti in ospedale

  • Coronavirus, proposta shock in Ticino: chiudere accesso ai frontalieri

Torna su
QuiComo è in caricamento