Truffa ad anziana San Fermo: finti addetti dell'acqua via con bottino da 70mila euro

Con loro un complice travestito da carabiniere: hanno convinto la donna a mettere i gioielli nel frigorifero

Anziana donna truffata da finti addetti dell'acqua. Nonostante i numerosi appelli dei carabinieri non aprire la porta a sedicenti tecnici dell'acquedotto o dell'Enel, il copione dei finti addetti dell'acqua è andato in scena con successo nella mattinata del 4 settembre 2018 in una villetta a San Fermo della Battaglia. La vittima è una donna di 69 anni.

Due truffatori si sono spacciati per uomini dell'acquedotto pubblico mentre un terzo complice vestito da careabiniere li accompagnava per infondere sicurezza e tranquillità alla vittima designata. I trio si è fatto aprire la porta spiegando che c'era un problema nelle tubature dell'acqua del paese. Dopo avere aperto il rubinetto per dimostrare la presenza di un odore sgradevole (probabilmente dopo avere buttato nel lavandino una sostanza maleodorante per convincere l'anziana) hanno chiesto di raccogliere tutti i soldi e oggetti preziosi in un sacchetto e di chiuderli nel freezer. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con una scusa sono riusciti ad allontanare la donna e la nuora di 54 anni (intervenuta dopo avere sentito un po' di trambusto). Uno di loro senza farsi vedere ha aperto il frigorifero ed è scappato, seguito a ruota dagli altri due.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, drogava una bimba, abusava di lei e poi vendeva i video: arrestato

  • Como, aliante caduto a Tavernola

  • Il primario del Sant'Anna: "Mascherine, distanziamento sociale e lavaggio quasi ossessivo delle mani"

  • Doccia fredda per turismo e commercio a Como: la frontiera con il Ticino non riprirà il 3 giugno

  • Cantù, minaccia di morte e perseguita per mesi l'ex socio: denunciato

  • Spostamenti tra le Regioni, la decisione sarà presa in base ai dati (e probabilmente con poco preavviso)

Torna su
QuiComo è in caricamento