Tre imprenditori comaschi vittime di estorsione: due arresti

La polizia della Questura di COmo ha arrestato due malviventi di 48 e 42 anni di Legnano accusati avere cercato di estorcere (in un caso ci sono anche riusciti) denaro ad alcuni imprenditori comaschi. Per la precisione i due malviventi hanno...

ragazzo-fontana-camerlata-polizia

La polizia della Questura di COmo ha arrestato due malviventi di 48 e 42 anni di Legnano accusati avere cercato di estorcere (in un caso ci sono anche riusciti) denaro ad alcuni imprenditori comaschi. Per la precisione i due malviventi hanno cercato di farsi consegnare del denaro da tre imprenditori che, però, hanno sporto denuncia. Le indagini sono state coordinate dalla Procura di Busto Arsizio ma condotte dalla Squadra Mobile di Como.

Nel settembre 2015 uno dei tre imprenditori si era rivolto ai due arrestati incaricandoli di recuperare alcuni crediti. In seguito l’imprenditore era divenuto egli stesso vittima dei due malviventi i quali, mediante minacce e violenze, lo avevano costretto a consegnare somme di den euroaro per un totale di 65mila in contanti. Gli inquirenti hanno ricostruito i diversi episodi di minaccia e violenza nei confronti dell’ imprenditore. In particolare, nel mese di dicembre 2005, a Como, nel corso di uno dei loro incontri, i due arrestati avevano condotto con la forza l'uomo presso la banca e lo avevano costretto a prelevare 5mila euro che si erano fatti consegnare allontanandosi poi a bordo della vettura dell’imprenditore. Per questo episodio la Procura ha contestato anche il reato di rapina. Analogo modus operandi è stato messo in atto nei confronti di altri due imprenditori comaschi i quali, però, non hanno ceduto all'estorsione e hanno denunciato quanto accaduto agli uffici della Squadra Mobile di Como. Oggi la policriminali su ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Busto Arsizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un caso anche a Lecco: non è grave

  • Coronavirus, tre famiglie isolate nel comasco: misura precauzionale

  • Fobia coronavirus, a Mariano Comense prendono a sassate un anziano cinese: interviene Dj Francesco

  • Coronavirus, ancora in prognosi riservata il paziente trasferito al Sant'Anna dal Lodigiano

  • Coronavirus, scuole chiuse e vietate le visite ai parenti in ospedale

  • Coronavirus, proposta shock in Ticino: chiudere accesso ai frontalieri

Torna su
QuiComo è in caricamento