Strage di Erba, parla l'avvocato di Rosa e Olindo: "Notizie false su Wikipedia, chi c'è dietro?"

Il difensore ai microfoni di Radio Cusano Campus

L’avvocato Fabio Schembri, uno dei difensori di Rosa Bazzi e Olindo Romano, non ci sta. E parla delle sue perplessità ai microfoni di Radio Cusano Campus, ai microfoni di Fabio Camillacci, conduttore del programma La Storia Oscura. Tra pochi giorni, per la precisione il 3 febbraio 2020, si terrà presso la Corte D'Assise D'Appello del Tribunale di Como, una udienza a porte chiuse per decidere se sarà possibile analizzare dei reperti e delle tracce biologiche mai analizzate. 

Una data importante che potrebbe ridare una speranza ai coniugi Romano, accusati e condannati in terzo grado di giudizio come unici responsabili della purtroppo nota strage di Erba, avvenuta l'11 dicembre 2006. 

Fake news e informazioni sbagliate su Wikipedia

L'avvocato è perplesso. Non vuole palesemente parlare dell'intervento di una 'manus longa' o di cospirazioni, ma di alcune stranezze rilevate, specialmente sotto data delle udienze o degli avvenimenti più importanti legati al caso. 

Si riferisce in primis alla vicenda "totalmente invetata e smetntita dalla stessa Rosa Bazzi", circa un presunto flirt della stessa, all'interno del carcere di Bollate. La notizia è uscita in concomitanza con la data dell'udienza del 3 febbraio. Una questione certamente destabilizzante anche per la coppia che si troverà, eventualemente, ad affrontare nuovi sviluppi processuali. Ma non è tutto. Durante la trasmissione l'avvocato ha fatto riferimento anche a Wikipedia, asserendo che, da quando trasmissioni come Le Iene, si sono occupate del caso, queste le parole di Schembri: « Wikipedia ha iniziato a diffondere notizie incontrollate tipo che la Corte di Cassazione ha rigettato la richiesta della difesa di Olindo e Rosa di procedere all’analisi dei reperti rimasti. Cosa clamorosamente falsa. Inoltre, Wikipedia scrive che è stata rigettata l’istanza di revisione del processo avanzata dalla difesa dei coniugi Romano: cosa altrettanto falsa visto che noi questa istanza non l’abbiamo ancora presentata. Come se non bastasse, sempre Wikipedia scrive che alcuni reperti sarebbero stati distrutti in seguito a un’ordinanza della Cassazione. Tutto questo ha veramente dell’incredibile, quale manina misteriosa ha inserito proditoriamente queste notizie totalmente false?”

La speranza in una revisone del processo 

Il legale, nonostante queste "stranezze" si dichiara comunque ottimista circa la possibilità di una revisione del processo anche se, sempre durante la trasmissione radiofonica, ha fatto notare come tutto proceda a rilento e che per fare accertamenti tutto sommato banali, ci si sta mettendo tantissimo tempo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in Valchiavenna, 37enne di Mariano Comense precipita in un dirupo e muore

  • Stipendi in Ticino: un commesso guadagna in media 5mila franchi, un'ostetrica fino a 8mila

  • Alta Valsassina, tragedia in famiglia, uccide i figli e poi si toglie la vita: i retroscena e i messaggi sui social

  • Le 5 migliori gelaterie di Como

  • Bloccato in Thailandia dopo una gravissimo infortunio: scatta la raccolta fondi per aiutare Santiago

  • E' morto Silvio Mason, storico batterista dei Succo Marcio

Torna su
QuiComo è in caricamento