Droga nei boschi di Locate Varesino: arrestato spacciatore

Nei guai un pusher 36enne marocchino, già in carcere a San Vittore per altri reati

Carabinieri nei boschi dello spaccio (repertorio)

Uno spacciatore marocchino di 36 anni è stato arrestato dai carabinieri della Stazione di Mozzate per spaccio di droga nei boschi di Locate Varesino (Como). L'uomo era già detenuto nel carcere San Vittore di Milano per altri motivi.

Le indagini 

Le indagini dei carabinieri hanno consentito di documentare numerose cessioni di sostanze stupefacenti (del tipo cocaina, eroina e hashish) nell’area boschiva di Locate Varesino nel periodo intercorso tra il mese di settembre e quello di dicembre 2018 e di raccogliere elementi di colpevolezza a carico dell'uomo, K.E.M. le sue iniziati, mediante l'analisi di tabulati telefonici e ascoltando diversi testimoni. In questo modo i militari hanno ricostruito la fitta rete di spaccio messa in piedi da K.E.M., da cui è emerso un cospicuo numero di acquirenti.
La ricostruzione certosina di tali episodi è sfociata nell’emissione del provvedimento di custodia cautelare in carcere per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti, notificato a San Vittore al marocchino dove si trova a disposizione dell'autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un caso anche a Lecco: non è grave

  • Coronavirus, tre famiglie isolate nel comasco: misura precauzionale

  • Fobia coronavirus, a Mariano Comense prendono a sassate un anziano cinese: interviene Dj Francesco

  • Coronavirus, ancora in prognosi riservata il paziente trasferito al Sant'Anna dal Lodigiano

  • Coronavirus, scuole chiuse e vietate le visite ai parenti in ospedale

  • Coronavirus, proposta shock in Ticino: chiudere accesso ai frontalieri

Torna su
QuiComo è in caricamento