Derby Como-Lecco, scontri tra tifosi e polizia

Tensioni fuori dal Sinigaglia prima della partita per gli ultras lecchesi arrivati senza biglietto

Scontri tra tifosi in un'immagine di repertorio

Momenti d tensione fuori dallo stadio Sinigaglia prima della partita tra Como e Lecco, valevole per poule scudetto di serie D. 
Gli scontri tra gli ultras del Lecco e la polizia in assetto antisommossa che sorvegliava l'ingresso dello stadio: i tifosi ospiti sono arrivati in treno a Como con notevole ritardo rispetto a quanto si aspettasse. Primi disordini già durante il trasporto allo stadio in bus, con lancio di petardi. Strade chiuse momentaneamente al passaggio dei mezzi, con viabilità in tilt. 
300 il numero massimo di biglietti previsti per i tifosi del Lecco dalla Questura, ma dall'altro ramo del Lario sono partiti un'ottantina di sostenitori senza tagliando. 
Proprio da questo gruppo di ultras, rimasto chiuso fuori dai cancelli del Sinigaglia prima dell'inizio della partita, previsto alle 16, è esplosa la tensione, riversata sui poliziotti. Grazie anche alle barriere divisorie le violenze apparentemente non hanno avuto conseguenze gravi, ma la tensione è stata tanta finchè i tifosi lecchesi non sono stati fatti entrare nello stadio dopo aver comprato il biglietto.
Tensioni anche alla fine della partita, con i tifosi delle due squadre fatti uscire separatamente e tifosi del Lecco scortati verso la stazione San Giovanni. Strade chiuse con ripercussioni pesanti sulla viabilità cittadina.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui monti di Sorico: cacciatore morto per prendere un cervo

  • Como, ragazza di 18 anni violentata al primo appuntamento: arrestato barista del centro

  • Anche Alexis Sanchez ha scelto il Lago di Como

  • Incidente a Mariano Comense: morto un motocilista di 53 anni

  • Incidente a Como: una persona incastrata fra le lamiere

  • Como, rapisce il figlio di 3 anni per portarlo in Inghilterra: fermato in aeroporto

Torna su
QuiComo è in caricamento