Mattia Mingarelli è morto: ritrovato il suo corpo in un bosco in Valmalenco

Era scomparso dal 7 dicembre. Ancora ignote le cause del decesso

Sono svanite le speranze di ritrovare Mattia Mingarelli ancora in vita. Il 30enne di Albavilla, scomparso lo scorso 7 dicembre, è morto. Il suo corpo è stato trovato in un bosco vicino al rifugio Ai Barchi in Valmalenco. dove era stato avvistato l'ultima volta. Pochissimi i dettagli trapelati riguardo il ritrovamento avvenuto il 24 dicembre 2018, diciassette giorni dopo la sua scomparsa. Per il momento da Procura e dagli inquirenti non sono stati resi noti i dettagli, né sulle ipotesi del decesso né sullo stato in cui è stata ritrovata la salma.

La scomparsa

Di Mattia Mingarelli non si avevano più nostizie dal 7 dicembre 2018, cioè da quando si era allontanato per una passeggiata in compagnia del suo cane. Mattia era solito trascorrere qualche giornio nella casa che la famiglia affittava per l'inverno in Valmalenco. All'indomani, non avendo più notizie di lui i famigliari avevano lanciato l'allarme. Il cane era stato ritrovato mentre gironzolava nei pressi del rifugio Ai Barchi dove il gestore lo aveva incontrato poche ore prima che si perdessero le tracce di Mattia. Da allora famigliari e amici hanno lanciato disperati appelli affinché chiunque avesse notizie di Mattia si facesse vivo. Inutile la grande mobilitazione delle ricerche. Dopo il ritrovamento dell'auto di Mattia e del suo telefono cellulare nel giorno della vigilia di Natale è arrivata la notizia peggiore: Mattia è morto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il ritrovamento del corpo

Il corpo di Mattia è stato avvistato in una scarpata vicino ad alcune piste da sci vicine alla zona dove il 30enne di Albavilla aveva preso casa con la famiglia e non molto distante dal rifugio Ai Barchi. Ad avvistare il corpo sono stati alcuni sciatori che hanno lanciato subito l'allarme. Le indagini, per il momento procedono nella massima riservatezza. Si attende l'esito dell'autopsia per capire quali siano le esatte cause della morte di Mattia e la dinamica dei fatti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto l'uomo ghepardo di Como

  • Como cancella l'Iva e diventa un Duty Free a cielo aperto. Obiettivo: attrarre gli stranieri

  • Nel cielo di Como lo spettacolo della cometa di Neowise, visibile a occhio nudo

  • Statale Regina: multe salatissime e ritiro immediato del mezzo per chi circola senza assicurazione

  • Brienno, morto il motociclista caduto in galleria

  • Lago di Como, prendono il sole completamente nudi: multati

Torna su
QuiComo è in caricamento