Rapina all'Oriental Store di Cantù: commercianti cinesi picchiati

Cantù. I due titolari cinesi (marito e moglie) dell'Oriental Store in via dei Mille 14, sono stati vittima di rapina e di violenza. Il rapinatore, un giovane tunisino (classe 1986) è entrato nel negozio ieri intorno alle 18.15 e ha sottratto...

Cantù. I due titolari cinesi (marito e moglie) dell'Oriental Store in via dei Mille 14, sono stati vittima di rapina e di violenza. Il rapinatore, un giovane tunisino (classe 1986) è entrato nel negozio ieri intorno alle 18.15 e ha sottratto materiale informatico e un cartoccio di vino nascondendoli sotto la giacca. Quando la donna dietro la cassa gli ha intimato di lasciare la merce rubata, lui ha reagito con violenza e ha cominciato a prenderla a pugni sul volto. La donna ha gridato e chiesto aiuto. Il marito, che in quel momento si trovava fuori dal negozio, è accorso per aiutare la moglie ma il malvivente extracomunitario lo ha affrontato sferrandogli pugni e testate sul naso. Dopo il violento pestaggio il tunisino è fuggito, ma il pronto intervento dei carabinieri di Cantù e le veloci ed efficaci indagini hanno portato a individuare poco dopo il rapinatore in via Cimarosa ed è stato arrestato. Per il titolare cinese la prognosi è ancora da definire, ha comunque riportato un brutto trauma nasale ed escoriazioni multiple. La moglie, invece, varie contusioni al volto con prognosi di 5 giorni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Giovanni, senzatetto orgoglioso

  • Tragedia sui monti di Sorico: cacciatore morto per prendere un cervo

  • Como, picchia la moglie in centro: il video dell'arresto

  • Incidente a Mariano Comense: morto un motocilista di 53 anni

  • Incidente a Como: una persona incastrata fra le lamiere

  • Como, la celebrazione dell'impresa di Fiume scatena le polemiche

Torna su
QuiComo è in caricamento