Como, ubriachi del sabato sera: un 14enne in ospedale

Sei persone soccorse dal 118

Un altro sabato sera all'insegna dell'abuso di alcol da parte di giovani e meno giovani. Nonostante la chiusura di due discoteche di Como e provincia (K-Klass e Libe Winter Club) la notte tra il 12 e il 13 ottobre ha visto di nuovo un alto numero di persone soccorse a causa dell'assunzione eccessiva di bevande alcoliche.

Intorno alle 22 di sabato un ragazzino di 14 anni è stato soccorso da un'ambulanza della Croce Rossa di Uggiate Trevano in via 4 Novembre a Valmorea, nei pressi del cimitero. Il ragazzo era in evidente stato confusionale e di semi incoscienza. E' stato soccorso in codice rosso per poi essere trasportato all'ospedale di Varese in codice giallo (media gravità). Si è trattato del primo di una lunga sequenza di persone ubriache che hanno necessitato l'intervenmto dei soccorsi sanitari.

In via Bellinzona a Como (nel quartiere di Ponte Chiasso) è toccato a un giovane di 24 anni: l'ambulanza della Croce Rossa di San Fermo della Battaglia lo ha soccorso intorno alle 23.20: il personale sanitario dopo avere prestato le prime cure ha constatato che si trattava solo di una forte "sbronza". Il giovane ha rifiutato il trasporto al pronto soccorso.

Alle 3.30 una ragazza di 22 anni è stata male a causa dell'abuso di alcol lungo la Varesina a Lurate Caccivio. Un'ambulanza l'ha soccorsa in codice rosso per poi trasportarla in codice giallo all'ospedale di Tradate. Allo stesso ospedale è stato trasportato poco dopo un uomo di 28 anni soccorso a Mozzate in via Pertini. Alle 4.30 un 52enne è stato soccorso in via Osteno a Porlezza e infine, alle 8.40, un'ambulanza ha soccorso una persona ubriaca in piazza Camerlata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, continuano a salire i contagi: in Lombardia sono 212

  • Fobia coronavirus, a Mariano Comense prendono a sassate un anziano cinese: interviene Dj Francesco

  • Coronavirus, ancora in prognosi riservata il paziente trasferito al Sant'Anna dal Lodigiano

  • Coronavirus, tre famiglie isolate nel comasco: misura precauzionale

  • Coronavirus, scuole chiuse e vietate le visite ai parenti in ospedale

  • Coronavirus, proposta shock in Ticino: chiudere accesso ai frontalieri

Torna su
QuiComo è in caricamento