Più controlli dei vigili sulla movida notturna di viale Geno

Intensificazione dei controlli notturni da parte delle pattuglie dei vigili. Non è rimasta lettera morta la segnalazione di un cittadino di viale Geno a Como che sabato mattina al risveglio ha trovato la finestra del balcone imbrattata da uova. il...

viale-geno-ztl

Intensificazione dei controlli notturni da parte delle pattuglie dei vigili. Non è rimasta lettera morta la segnalazione di un cittadino di viale Geno a Como che sabato mattina al risveglio ha trovato la finestra del balcone imbrattata da uova. il residente, come altri abitanti della zona, si è detto esasperato dalla movida che nel week-end anima il lungolago di viale Geno nel tratto compreso tra il molo di Sant'Agostino e piazza de Gasperi. Nel mirino delle lamentele dei residenti non ci sono sono solo i tipici schiamazzi degli avventori di bar, ma anche e soprattutto gli atti di vandalismo e la sporcizia provocata dal giovane popolo della notte nei fine settimana. Spesso al mattino il molo di Sant'Agostino appare vittima del degrado a causa di bottiglie e sporcizia varia. La lettera del cittadino esasperato è stata ben recepita dal comando di polizia locale che ha deciso di intensificare i passaggi notturni delle pattuglie in viale Geno al fine anche di prevenire e contrastare l'abuso di alcol al quale potrebbe essere imputabile la condotta disdicevole e incivile di alcuni giovani per così dire troppo vivaci.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autocertificazione per chi si sposta: il modulo aggiornato (il quarto)

  • Dall'ospedale Spata scrive una durissima lettera a Gallera: "I medici non sono stati coivolti nelle decisioni"

  • Regole più severe per tutta la Lombardia: c'è anche il divieto di sport all'aperto

  • Il questore di Como chiarisce i casi in cui per la spesa e i farmaci si può uscire dal proprio comune

  • Como, supermercati e farmacie: ora possibile misurare la febbre a chi entra

  • Il grido d'aiuto degli infermieri di Como: "Siamo pochi e ci stiamo ammalando"

Torna su
QuiComo è in caricamento