Picchia la moglie davanti ai figli e la perseguita anche dopo la relazione: comasco arrestato

L'uomo le ha fatto stalking nonostante il divieto assoluto di avvicinarsi a lei e di contattarla

Un uomo di 31 anni, comasco, è stato arrestato dalla polizia di Stato per minacce, maltrattamenti fisici e stalking nei confronti dell'ex compagna di 41. I due avevano iniziato una relazione nell'ottobre 2016 e dopo un breve periodo di conoscenza erano andati a convivere. Lei aveva già due figli - uno maggiorenne e l'altro minorenne - nati da una precedente relazione.
Dopo pochi mesi sono iniziati i maltrattamenti, dapprima solo psicologici (accompagnati anche da minacce di morte) poi anche fisici, con percosse e strattoni. L'uomo, tra l'altro, si è reso responsabile delle violenze davanti al figlio minore e alla bambina nata dalla loro relazione nel marzo del 2018.

Esasperata dall'insostenibile situazione la donna ha deciso nell'ottobre del 2018 di sporgere denuncia in Questura. Non senza poche difficoltà i poliziotti della squadra mobile l'hanno convinta a raccontare tutto. Su richiesta del pm il gip ha disposto il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla parte lesa e di comunicazione con qualunque mezzo. Fondamentali per le indagini anche i messaggi che l'uomo inviava alla donna.
Purtroppo la disposizione del giudice non è bastato, perché, non troppo tempo dopo, lui ha continuato a contattarla, alternando momenti di pentimento a momenti di rabbia, ma soprattutto nell’ultimo periodo aveva anche iniziato a farsi trovare sotto casa o sul luogo dove lei  lavora. Ciò ha portato inevitabilmente, sulla base delle segnalazioni effettuate dalla squadra mobile, il pm a chiedere al gip l'arresto che è stato finalmente eseguito il 22 febbraio 2019. Lo stalker si trova nel carcere Bassone di Como.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tre famiglie isolate nel comasco: misura precauzionale

  • Fobia coronavirus, a Mariano Comense prendono a sassate un anziano cinese: interviene Dj Francesco

  • Coronavirus, ancora in prognosi riservata il paziente trasferito al Sant'Anna dal Lodigiano

  • Coronavirus, scuole chiuse e vietate le visite ai parenti in ospedale

  • Coronavirus, proposta shock in Ticino: chiudere accesso ai frontalieri

  • Coronavirus, morto il paziente ricoverato all'ospedale Sant'Anna

Torna su
QuiComo è in caricamento