Torna a casa ubriaco e picchia la madre, poi aggredisce i poliziotti: arrestato a Como

Intervento della polizia in via Napoleona: bloccato solo con lo spray al peperoncino

Immagine repertorio (foto PadovaOggi)

E' tornato nella casa che divideva con la madre in via Napoleona a Como ubriaco fradicio: prima ha picchiato e minacciato la donna, poi ha aggredito i poliziotti intervenuti per difendere la donna. In manette è finito un 44enne cittadino ecuadoregno, regolare in Italia, con precedenti per rissa, F. M. E. E. le due iniziali.

La lite in famiglia

La violenza nella serata di martedì 2 luglio 2019 quando la donna ha chiesto aiuto alla polizia. Visibilmente scossa ed in lacrime, all'arrivo degli agenti ha raccontato di essere stata maltrattata dal figlio, a suo dire, consumatore abituale di sostanze alcoliche, che nella serata era tornato a casa ubriaco e l’aveva minacciata e spintonata.

L'aggressione ai poliziotti

Alla vista della polizia, l’uomo ha iniziato a proferire frasi oltraggiose rifiutandosi di esibire i documenti, per poi spintonarli e aggredirli con calci e pugni, in preda ai fumi dell’alcool. Per bloccarlo i poliziotti hanno dovuto ricorrere allo spray al peperoncino in dotazione, riuscendo con non poche difficoltà ad ammanettarlo. Effettuata la procedura di decontaminazione, l’uomo è stato accompagnato presso gli Uffici della Questura, identificato e tratto in arresto. Dopo aver passato la notte nelle camere di sicurezza della Questura, mercoledì mattina la convalida dell'arresto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese, ecco le indicazioni del Ministero della Salute

  • I 10 migliori eventi del weekend a Como e dintorni

  • Parchi al posto delle dogane e un laghetto a Monte Olimpino: è il progetto svizzero che piace agli italiani

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Como, i furbetti del sacco rosso

  • Provano a imitare il nostro lago: ecco la rivista americana che propone mete "che sembrano il Lario"

Torna su
QuiComo è in caricamento