Pass Ztl, protesta all'asilo di via Volta: "Perché alle Canossiane sì e a noi no?"

Ai genitori dei bambini che frequentano le scuole Canossiane il Comune di Como ha concesso circa 200 pass per la ztl. Ai genitori dei bambini dell'asilo Luigi Carluccio di via Volta (città murata) che ne chiedevano solo 17 non ne è stato concesso...

 

Ai genitori dei bambini che frequentano le scuole Canossiane il Comune di Como ha concesso circa 200 pass per la ztl. Ai genitori dei bambini dell'asilo Luigi Carluccio di via Volta (città murata) che ne chiedevano solo 17 non ne è stato concesso neanche uno. Nasce da questa disparità di trattamento la protesta dei genitori della scuola di via Volta che chiedono all'amministrazione comunale equità e non che venga applicato il concetto di "due pesi due misure". Silvia Tarasco è madre di un bambino dell'asilo di via Volta (e a onor del vero è anche presidente dell'associazione Adesso Como rappresentata in consiglio comunale da Alessandro Rapinese e Ada Mantovani) e in questa vicenda si è fatta portavoce dei malumori anche degli altri genitori: "E' vero che il numero dei pass concessi alle Canossiane è stato ridotto di quasi la metà, passando da 400 a 200, ma comunque sono stati concessi, mentre a noi che ne chiedevamo solo 17 ci sono stati negati. Vogliamo capire perché. Non vediamo un motivo valido visto che anche noi abbiamo gli stessi problemi che hanno alle Canossiane".

L'assessore alla Viabilità del Comune di Como, Daniela Gerosa, ha commentato: "Non ero al corrente che ci fossero questi pass anche per questa scuola. Se come dicono i genitori i pass erano stati concessi in passato, anche quest'anno, come previsto nella nuova ordinanza per la Ztl, verranno presi in considerazione i legittimi bisogno. hanno ragione, è evidente che tutti devono essere trattati allo stesso modo".

Potrebbe Interessarti

Torna su
QuiComo è in caricamento