Le nuove regole per la Ztl di Como: tutti i dettagli

La nuova ordinanza per regolamentare gli accessi in Ztl (Zona traffico limitato) è stata presentata questa mattina in conferenza stampa a Palazzo Cernezzi. Il sindaco Mario Lucini e l'assessore alla Viabilità, Daniela Gerosa, hanno illustrato le...

 

La nuova ordinanza per regolamentare gli accessi in Ztl (Zona traffico limitato) è stata presentata questa mattina in conferenza stampa a Palazzo Cernezzi. Il sindaco Mario Lucini e l'assessore alla Viabilità, Daniela Gerosa, hanno illustrato le principali nuove regole per l'accesso dei veicoli in città murata. L'ordinanza è stata firmata oggi dal primo cittadino ed entra, quindi, immediatamente in vigore. Tante le novità che riguardano un po' tutte le categorie, dai residenti in centro storico (con o senza posto auto) ai titolari di pubblici esercizi, passando per i veicoli di pronto intervento e di aziende e artigiani. Lucini e Gerosa hanno tenuto a precisare che "il criterio principale per la ridefinizione delle regole della Ztl è stato quello di diluire gli accessi dei veicoli in città murata su una più ampia fascia della giornata, in modo da evitare che ci fossero ore di punta con un sovraffolamento di veicoli concentrati in poco tempo".

Tra le novità va sicuramente evidenziata l'installazione del sistema di video controllo all'uscita dei varchi di Ztl che consentirà alla polizia locale di verificare, senza possibilità di errore, il rispetto da parte dei veicoli titolari di pass dell'orario di sosta e permanenza all'interno della Ztl. Sarà, infatti, possibile conoscere ora di entrata e ora di uscita e non si potrà più "barare" cambiando il disco orario. Per esempio, se un'auto ha diritto a sostare un'ora in città murata per carico e scarico, il sistema di controllo elettronico calcolerà l'ora di ingresso dell'auto aggiungendo all'ora di sosta consentita un ulteriore quarto d'ora per il tempo di tragitto dall'ingresso al posteggio e dal posteggio all'uscita. Per chi verrà pizzicato dal vigile elttronico è prevista la sanzione pecuniaria e persino la sospensione fino a 30 giorni del pass. Nel caso in cui si sia stati destinatari di un provvedimento di sospensione per tre volte, l'amministrazione comunale potrà procedere alla revoca del permesso. Solo per i residenti il rilascio del pass è subordinato al pagamento di 5 euro, per tutte le altre categorie la somma da pagare per la pratica di rilascio pass sarà di 20 euro. Per tutte le categorie a ogni pass sarà possibile associare 3 numeri di targa e non più solo due.

Vediamo, dunque, le nuove principali regole, spiegate, tra l'altro, da sindaco e assessore nel video della conferenza stampa che abbiamo pubblicato integralmente.

Residenti

Residenti titolari o meno di posti auto la validità del permesso non è più legata a una durata temporale ma al permanere dei requisiti che hanno reso possibile il rilascio del pass. Quindi, il residente con i requisiti per ottenere il pass Ztl dovrà fare richiesta una sola volta (pagando 5 euro) e non più ogni due anni come avveniva finora. Per i residenti il cui pass non è ancora scaduto non sarà necessario il rinnovo fino alla scadenza naturale del pass già rilasciato e attualmente valido. Tutti gli altri pass in contrasto con la nuova normativa dovranno essere restituiti entro 60 giorni dall'entrata in vigore della nuova ordinanza.

Agenti di commercio

Prima la fascia oraria di accesso era dalle 7 alle 12 e dalle 13 alle 16, ora sarà dalle 9 alle 11 e dalle 14 alle 16 e dalle 9 alle 12 il sabato anziché dalle 7 alle 12 come avveniva fino ad oggi.

Veicoli di rifornimento negozi

E' stata di poco ridotta la fascia di accesso dei veicoli adibiti al rifornimento di negozi e pubblici esercizi: non più dalle 5.30 alle 10.30 ma dalle 6 alle 10. Inoltre, è stata introdotta anche una fascia pomeridiana su richiesta dei commercianti, dalle 14 alle 15. Per questa categoria, inoltre, sono state introdotte limitazioni di dimensioni dei mezzi (potranno entrare solo furgoni). Pronto intervento E' una delle categorie più controverse. Esisteva, infatti, un tetto di massimo 350 veicoli a cui rilasciare il pass. Tale tetto è stato abolito. Non c'è fascia oraria di ingresso ma è stata posta una limitazione nella durata della sosta, massimo 2 ore. Il permesso sarà rilasciato a tutti i soggetti che presenteranno un contratto. per esempio, potranno accedere veicoli di imprese che hanno un contratto di manutenzione con condimini o negozi.

Imprese e artigiani

Anche per chi non è titolare di un contratto di manutenzione esiste la possibilità di accedere in Ztl. Per esempio, l'artigiano chiamato da un residente potrà accedere senza limite di fascia oraria (ma sempre per una sosta di massimo 2 ore). Potranno entrare senza autorizzazione ma entro 48 ore dovranno darne comunicazione al comando esibendo la documentazione che dimostri la prestazione effettuata e in quali tempi.

Trasparenza

Il sindaco ha annunciato che i nominativi dei titolari dei nuovi pass che verranno rilasciati in ottemperanza con la nuova ordinanza saranno resi pubblici sul sito del Comune di Como nel rispetto delle normative vigenti in materia di privacy.

Forze dell'ordine

Sono stati annullati tutti i pass rilasciati alla Guardia di Finanza di Como (147 permessi). Nuovi permessi non saranno rilasciati finché non sarà riaperta la caserma di via Parini. Per le forze dell'ordine come carabinieri, guardia di finanza, polizia e altri organi dello Stato (es. Agenzia delle donegane) è stata prevista la possibilità di 5 autorizzazioni per Ente con possibilità di 3 targhe a permesso e un tempo di sosta di 45 minuti. Scarica l'0rdinanza

Potrebbe Interessarti

Torna su
QuiComo è in caricamento