I dubbi sulla morte di Mattia Mingarelli in Valmalenco: tre cose che non quadrano

Qualcosa non torna nel ritrovamento del giovane di Albavilla. L'autopsia nel giorno di Santo Stefano

Il ritrovamento del corpo di Mattia Mingarelli, il 30enne di Albavilla scomparso a Chiesa Valmalenco, non è servito a risolvere il giallo sulla sua scomparsa e soprattutto sulla sua morte. Ci sarebbero, infatti, almeno tre elementi che alimentano i dubbi e le perplessità degli investigatori. Si tratta di tre cose che meritano di essere chiarite.

1) Il corpo di Mattia è stato ritrovato in un punto all'interno di una zona che è stata ben setacciata per circa due settimane dalle squadre di ricerca. Perché nessuno lo ha visto in quelle due settimane mentre un gruppo di sciatori di passaggio lo ha notato benché non fosse lì appositamente per eseguire le ricerche?
2) Perplessità anche sul comportamento del cane di Mattia che non è stato ritrovato nelle immediate vicinanza del corpo e che certo non ha dato segnali tali da far capire che il suo padrone si trovasse nelle vicinanze. Ma soprattutto perché gli addestratissimi cani molecolari, specializzati nel ritrovare persone disperse anche nella neve, non hanno fiutato il corpo di Mattia benché abbiano setacciato anche quella zona?
3) Il ritrovamento del telefono cellulare. Mattia ha dimenticato o smarrito il cellulare? Se si fosse accorto di non averlo più con sé avrebbe cercato probabilmente di ripercorrere la strada al contrario per recuperarlo. Davvero non si è mai reso conto di averlo perso o dimenticato?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella giornata di Santo Stefano, 26 dicembre 2018, verrà eseguita l'autopsia sulla salma di Mattia Mingarelli. L'esito dovrebbe determinare l'esatta causa della morte: malore, infortunio o cos'altro? Le indagini sono a 360 gradi e tra le ipotesi non si esclude nemmeno l'omicidio. In effetti alcuni elementi che non tornano in queste indagini potrebbero fare pensare che il corpo possa essere stato spostato. Si spiegherebbe così perché in due settimane di ricerche non è stato avvistato dai ricercatori che hanno battuto palmo paplmo quella zona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gemelli uccisi, al funerale la lettera della madre e 'Un senso' di Vasco Rossi per l'ultimo straziante saluto

  • E' morto l'uomo ghepardo di Como

  • Stipendi in Ticino: un commesso guadagna in media 5mila franchi, un'ostetrica fino a 8mila

  • Statale Regina: multe salatissime e ritiro immediato del mezzo per chi circola senza assicurazione

  • Multa fino a 1.500 euro per chi pesca un siluro e non lo ammazza

  • Brienno, morto il motociclista caduto in galleria

Torna su
QuiComo è in caricamento