Frontiera di Como: in un anno la Svizzera ha "restituito" all'Italia 13mila migranti clandestini

Salgono le richieste (e i rilasci) di permessi di soggiorno nel Comasco

In un anno la Svizzera ha "restituito" quasi 13mila migranti clandestini all'Italia attraverso la frontiera di Como. I dati pubblicati da Il Giorno parlano di un sostanziale calo rispetto all'anno precedente. Infatti, dal 1 aprile 2016 al 1 aprile 2017 erano stati 20.190, mentre nei dodici mesi seguenti sono stati 13.936, vale a dire circa settemila in meno. In pratica la media giornaliera è scesa da 55 a 35 migranti clandestini reintrodotti in Italia attraverso la procedura di riammissione semplificata, cioè il sistema che consente alla Svizzera di consegnare alla polizia di frontiera di Como chiunque provenga dall'Italia e che sia stato trovato sprovvisto di regolari documenti che consentano la permanenza o il transito nella Confederazione Elvetica.

Intanto sono aumentate le richieste di permessi di soggiorno per risiedere nel Comasco: nell'ultimo anno ne sono stati rilasciati 16mila, cioè 2mila in più dell'anno precedente. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Donna investita da una moto a San Siro: è grave

  • Economia

    CityNews a un passo dal primato web: secondo posto per numero di visite

  • Cronaca

    Incidente di Solbiate, i funerali di Lorenzo Floro martedì 19 giugno

  • Cronaca

    Incidente a Como, la guardia di finanza chiude via Bixio

I più letti della settimana

  • Sniffano cocaina mentre sono fermi al semaforo di Porlezza: i carabinieri in borghese li notano e arrestano il conducente

  • Spara dopo una lite stradale: ambulanza e polizia a Monte Olimpino

  • Si toglie la vita nel bosco di Cavallasca

  • Incidente a Solbiate: morto Lorenzo Floro

  • Incidente a Como, la guardia di finanza chiude via Bixio

  • La storia di Sara e Alessio, accampati davanti al palazzo della Regione a Como: chiedono una casa e di riavere loro figlio

Torna su
QuiComo è in caricamento